Agenda 21

Agenda 21 del Comune di Riva del Garda e Tenno

Progetto realizzato dal Comune di Riva del Garda e dal Comune di Tenno

Riva del Garda e Tenno impegnati in un progetto realizzato dalla Cooperativa CET che interessa attività ricettive, scuole, condomini ed agricoltura
Riva del Garda e di Tenno hanno due primati in materia ambientale.

  • Riva del Garda ha condotto a buon fine la prima esperienza in Trentino di applicazione delle linee guida della Provincia su Agenda 21.
  • Tenno ha conseguito, primo in Trentino, la certificazione ambientale secondo il Regolamento europeo Emas.

Ora i due comuni, insieme, hanno deciso di proseguire con decisione nella strada dell’attenzione ambientale, coinvolgendo vari strati di popolazione, al fine di educarli e stimolarli focalizzando la loro attenzione sui consumi e sui relativi costi, non solo sociali (inquinamento, emissioni di CO2) ma anche monetari (che incidono sulla spesa), con un particolare rilievo dato al risparmio energetico. Ad assisterli in questo cammino la Cooperativa CET, che ha progettato gli interventi e li seguirà con il suo personale qualificato.
Nel dettaglio il percorso si articola in quattro segmenti, ciascuno dedicato ad una tipologia di cittadinanza, nella convinzione che sono soprattutto i comportamenti quotidiani ad avere riscontri oggettivi sulla qualità dell’ambiente a livello locale.
Il progetto di TURISMO SOSTENIBILE è rivolto ad un campione di strutture ricettive per la sperimentazione dei requisiti necessari per l’ottenimento del marchio ecologico europeo Ecolabel del prodotto turistico. Le strutture turistiche che si fregiano di questo marchio si distinguono, infatti, per l'impegno verso la salvaguardia dell'ambiente e catturano, di riflesso, l’interesse e le preferenze che molti utenti turistici – specialmente del nord Europa – concedono alle strutture ricettive che dimostrano di impegnarsi per la salvaguardia delle risorse e del capitale naturale, la vera sorgente dell’offerta turistica in Trentino.
Per studenti e insegnanti c’è il progetto SCUOLE SOSTENIBILI: CET eseguirà il check-up energetico degli edifici e insegnerà ai “frequentatori” buone prassi in campo energetico, affidando il monitoraggio dei consumi agli stessi studenti, supportati dal personale docente e dai propri tecnici, con l’intento di costruire un bilancio energetico leggendo a distanza di un anno i risultati ottenuti a fronte di alcune semplici migliorie impiantistiche e di più attenti comportamenti nella gestione dei bisogni.
Per le persone che abitano nei due paesi c’è poi l’iniziativa CONDOMINI SOSTENIBILI, finalizzata all’adozione e monitoraggio di buone pratiche di risparmio che coinvolgono luce, acqua, rifiuti, riscaldamento. La finalità è la stessa dell’esperienza proposta per le Scuole; con l’attenzione rivolta agli ambiti residenziali dove gli studenti abitano e dove possono trasferire conoscenze ed entusiasmo dalle aule agli ambienti e alle abitudini familiari. I nuclei che aderiranno all’iniziativa verranno dotati gratuitamente da parte del Comune di “equipaggiamenti” adeguati (riduttori di flusso, di pressione, lampade a basso consumo), a fronte dell’impegno di seguire il progetto e monitorare i consumi.
Il progetto AGRICOLTURA DI MONTAGNA, in linea con alcune delle finalità di tutela del territorio previste dal programma ambientale dell’EMAS di Tenno, le due Amministrazioni sperimenteranno la creazione di un disciplinare volontario per il mantenimento della biodiversità e di pratiche colturali sostenibili, con particolare riguardo alla promozione del castagno. Riva ha accolto con favore questa iniziativa, perfettamente in linea con alcune singolarità messe in evidenza dal Rapporto sullo Stato dell’Ambiente del 2002: buone condizioni di naturalità residua nel patrimonio agricolo; 100% del territorio amministrato soggetto a forme di tutela ambientale (presenza di SIC -siti di interesse comunitario -, Biotopi, ecc.).
Oltre a questi 4 progetti, anche in questa esperienza, si stilerà il Rapporto sullo Stato dell'Ambiente con l'introduzione di alcuni nuovi indicatori ambientali in grado di descrivere maggiormente la situazione del territorio dei due Comuni.
Il progetto è stato valutato positivamente e finanziato dal Dipartimento Urbanistica e Ambiente della Provincia, che gestisce il Fondo per l’Ambiente, attraverso uno stanziamento di 125 mila euro (pari al 90% della spesa ammissibile) per una durata biennale.

Agricoltura di Montagna

  • Agricoltura di Montagna

Turismo sostenibile

  • Descrizione del progetto.

    Al progetto sono stati invitati a partecipare gli esercenti delle attività ricettive (alberghiere e campeggi) insistenti sul territorio del Comune di Riva del Garda, con lo scopo di interessarli alle certificazioni ambientali che il mercato offre per i loro servizi, in particolare per quanto riguarda il marchio ECOLABEL. A partire dall'anno 2006 si sono iniziati a fare diversi incontri, grazie all'interessamento delle associazioni ASAT e UNAT, durante le quali, agli esercenti che avevano dato il loro impegno di adesione al progetto, il consulente della Ditta CET forniva indicazioni sul marchio Ecolabel e sulle procedure ed i passi necessari al raggiungimento dello stesso. Lo scopo è quello di creare un tavolo tecnico che permetta la promozione di iniziative pilota, su realtà di dimensione preferibilmente medio-piccola, per avviare la costruzione di una rete locale di “Alberghi sostenibili”. Per permettere ciò sono stati fatti diversi incontri, presso la sede UNAT, fra i rappresentanti dei comuni di Riva del Garda e Tenno, la ditta di consulenza CET e gli esercenti aderenti al progetto. Durante questi è stato chiesta la disponibilità a sperimentare presso le strutture il percorso per il raggiungimento del marchio Ecolabel. Visti però i diversi e molteplici criteri obbligatori e facoltativi necessari al raggiungimento della certificazione, visto che le diverse strutture partono da basi diverse e che il tempo a disposizione non è molto, si sono scelti solo quegli indicatori facilmente applicabili e realizzabili. (Vedi allegato A). Per permettere una maggior comprensione dei passaggi necessari, la ditta CET ha organizzato degli incontri individuali (giugno 2007), all'interno delle attività, al fine di far prendere visione dello stato delle cose e far comprendere come muoversi per il raggiungimento del marchio. Per la realizzazione di una fotografia delle stato delle cose, è stata predisposta una scheda di autovalutazione della struttura (vedi allegati B e C), garantendo così la possibilità di riuscire ad applicare i criteri scelti nei precedenti incontri. A seguito dei ritrovi e della compilazione della scheda gli esercenti hanno iniziato a svolgere quei piccoli accorgimenti ed ad adottare i comportamenti necessari al raggiungimento degli obiettivi di prima applicazione previsti dal progetto. Si ricorda che ciò che garantisce la riuscita del progetto non sono solo gli interventi sulla struttura, ma anche la formazione e l'informazione. Ovvero fare in modo che il personale della struttura sia a conoscenza della Politica Ambientale e dei comportamenti da assumere e che gli stessi fruitori abbiano la possibilità di conoscere gli scopi ed gli interessi ambientali della struttura che li accoglie, a mezzo di cartellonistica per il corretto comportamento nei confronti dell'ambiente ed esserne coinvolti a mezzo di compilazione di appositi questionari.

Condomini sostenibili

  • Descrizione del progetto

Scuole Sostenibili

  • Scuole Sostenibilie

Mercoledì, 27 Novembre 2013 - Ultima modifica: Lunedì, 02 Dicembre 2013

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl