DAT (disposizioni anticipate di trattamento)

Cosa sono?

Con legge n. 219 del 22.12.2017, in vigore dal 31.01.2018, il Parlamento ha approvato le "Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento" note anche come "testamento biologico". L'art. 4 in particolare stabilisce che "ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso le DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonchè il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari".

La norma prevede anche la possibilità da parte del disponente di nominare una persona di sua fiducia (fiduciario), che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con il  medico e con le strutture sanitarie. Il fiduciario "deve essere una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere. L'accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo, che è allegato alle DAT".

Al fiduciario è rilasciata una copia delle DAT. Il fiduciario può rinunciare alla nomina con atto scritto, che è comunicato al disponente. L'incarico del fiduciario può essere revocato dal disponente in qualsiasi momento, con le stesse modalità previste per la nomina e senza obbligo di motivazione.

Il comma 4 dell'art. 4 dispone che "nel caso in cui le DAT non contengano l'indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente. In caso di necessità, il giudice tutelare provvede alla nomina di un amministratore di sostegno, ai sensi del capo I del titolo XII del libro I del codice civile".

Fermo restando che il cittadino non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali, il medico è tenuto al rispetto delle DAT, le quali possono essere disattese, in tutto o in parte, dal medico stesso, in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiano palesemente incongrue o non corrispondenti alla condizione clinica attuale del paziente ovvero sussistano terapie non prevedibili all'atto della sottoscrizione, capaci di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.

Redazione

In ordine alla forma, il comma 6 dell'art. 4 prevede che "le DAT devono essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata ovvero per scrittura privata consegnata personalmente dal disponente presso l'ufficio dello stato civile del comune di residenza del disponente medesimo, che provvede all'annotazione in apposito registro, ove istituito, oppure presso le strutture sanitarie, qualora ricorrano i presupposti di cui al comma 7", ovvero siano adottati il fascicolo sanitario elettronico o modalità telematiche di gestione della cartella clinica o altre modalità informatiche di gestione dei dati del singolo iscritto al Servizio sanitario nazionale.

Quanto al deposito delle DAT è opportuno precisare che con legge n. 205 del 27.12.2017, art. 1, comma 418,  è stata istituita presso il Ministero della Salute una banca dati nazionale destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT). Le modalità di registrazione delle DAT presso la banca dati saranno stabilite con apposito decreto del Ministro della Salute (art. 1, comma 419), previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le provincie autonome di Trento e di Bolzano e acquisito il parere del Garante per la protezione dei dati personali.

Ne deriva che le DAT pervenute all'ufficio dello stato civile sono annotate in apposito registro, in ordine cronologico, ed adeguatamente conservate nel rispetto rispetto dei principi di riservatezza dei dati personali previsti dal Codice della privacy. Il registro, allo stato attuale, NON è collegato ad alcun fascicolo elettronico sanitario.

Modalità di presentazione

La Direzione centrale per i servizi demografici del Ministero dell'Interno, d'intesa con il Ministero della Salute, con circolare n. 1/2018 dell'8 febbraio ha emanato le prime indicazioni per gli uffici delllo stato civile comunali, precisando che:

- l'ufficiale dello stato civile non partecipa alla redazione delle DAT, nè fornisce informazioni in merito al contenuto delle disposizioni.

- l'ufficiale dello stato civile è legittimato a ricevere solo DAT consegnate personalmente dal disponente residente nel Comune, recanti la sua firma autografa e quella dell'eventuale fiduciario (presentarsi muniti di documento d'identità).

- l'ufficiale dello stato civile rilascerà al disponente formale ricevuta contenente i dati anagrafici dello stesso, data e firma dell'ufficio. Tale ricevuta sarà apposta su una copia della  DAT da restituire al disponente.

Costi

Le DAT sono esenti dall'obbligo di registrazione, dall'imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Note

DAT depositate in precedenza

La legge n. 219/2017 all'art. 6 prevede che "ai documenti atti ad esprimere le volontà del disponente in merito ai trattamenti sanitari, depositati presso il comune di residenza o presso un notaio prima dell'entrata in vigore della presente legge, si applicano le disposizioni della medesima legge". Pertanto le dichiarazioni di volontà ai trattamenti sanitari, raccolte e registrate presso il Comune di Riva del Garda prima del 31.01.2018, appuratane la conformità alla legge, continuano ad essere efficaci, ed in quanto tali equiparate, anche sotto il profilo della gestione e conservazione, alle nuove DAT.

Dove andare

Per la consegna delle DAT rivolgersi all'ufficio stato civile posto al I piano del Municipio nei seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle 09:00 alle 12:30.

Telefono: 0464/573880 - 883

Mercoledì, 09 Maggio 2018

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl