SANATORIE EDILIZIE

SANATORIE EDILIZIE

PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA
Ai sensi dell'articolo 135 comma 1 della L.P. 1/2008, fino alla scadenza dei termini fissati nell'ordinanza di rimessa in pristino, il responsabile dell'abuso o altro soggetto avente titolo, può chiedere il rilascio della concessione edilizia in sanatoria se l'opera è conforme agli strumenti urbanistici in vigore e non in contrasto con quelli adottati sia al momento della realizzazione dell'opera sia al momento della presentazione della domanda. (DOPPIA CONFORMITA')
In tal caso il rilascio della sanatoria è subordinato al pagamento del contributo di concessione e di una sanzione pecuniaria pari al valore del contributo (in ogni caso la sanzione non può essere inferiore a euro 1.500)
Se non sono applicabili i criteri per il calcolo del contributo di concessione la misura della sanzione è determinata dal comune entro il limite minimo di euro 1.500 e massimo di euro 6.000,
Ai sensi dell'articolo 135, comma 7 della L.P. 1/2008, ai soli fini amministrativi, l'interessato può richiedere il rilascio della concessione in sanatoria quando l'intervento è conforme anche solo al momento di presentazione della domanda alle norme urbanistiche vigenti e non in contrasto con quelle adottate. In tal caso le sanzioni previste per la concessione in sanatoria ordinaria sono aumentate del 20%.

PROVVEDIMENTO EDILIZIO DI SANATORIA
Ai sensi dell'articolo 134 comma 5 della L.P. 1/2008 fino alla scadenza dei termini fissati nell'ordinanza di rimessa in pristino, il responsabile dell'abuso o altro soggetto avente titolo, può chiedere il rilascio del provvedimento di sanatoria:

  • nel caso di interventi di ristrutturazione di cui all'articolo 77, comma 1 lettera e) della L.P. 15/2015 e degli interventi previsti dall'articolo 85, comma 1 lettere c) e d) della L.P.15/2015, dall'articola 85, comma 2 lettera c) e articolo 80, comma 1 lettera d) e e) alle condizioni previste per il permesso di costruire in sanatoria (anche le sanzioni sono le stesse previste per il permesso di costruire in sanatoria);
  • nel caso di interventi diversi da quelli sopra elencati, se le opere realizzate in assenza o difformità dalla SCIA risultino conformi agli strumenti urbanisti in vigore e non in contrasto con quelli adottati, nonché al regolamento edilizio vigente. In tal caso il rilascio del provvedimento di sanatoria è subordinato al pagamento di una sanzione pecuniaria di euro 1.500, oltre ad eventuali oneri connessi al provvedimento.

Sia per il permesso di costruire in sanatoria che per il provvedimento di sanatoria, se il pagamento delle sanzioni avviene entro i termini iniziali indicati nel relativo provvedimento, l'importo dovuto sarà ridotto del 25% ai sensi dell'articolo 136 della L.P.1/2008.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  1. L.P. 4 marzo 2008, n.1
  2. L.P. 15 agosto 2015, n.15

MODULISTICA

  1. DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA E DI PROVVEDIMENTO DI SANATORIA
  2. SOGGETTI COINVOLTI
  3. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART.13-14 REG. UE N.2016/679)

Mercoledì, 26 Marzo 2014 - Ultima modifica: Venerdì, 08 Giugno 2018

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl