Chiesa arcipretale

Citata nelle pergamene del 1186 come domus sacerdotum e del 1224 come collegiata, cioè sede di un collegio di religiosi, l'antica chiesa di Santa Maria nel 1673 presentava tre navate e diciotto colonne. L'attuale edificio è una ricostruzione della prima metà del Settecento ad opera dell'architetto lombardo Cipriano Tacchi di Zelbio. L'inizio dei lavori è siglato dalla data, 1728, indicata sul bel portale.
All'interno la grande navata unica è di gusto settecentesco come anche gli spazi grandiosi, la decorazione della volta, gli stucchi e i preziosi marmi. Importanti dipinti arricchiscono le pareti laterali, ad opera di Giambettino Cignaroli (1744, Madonna del Rosario), Giovanni Battista Buratto (Il martirio di san Giovanni Nepomuceno), e soprattutto Giuseppe Craffonara, autore nel 1830 della grande pala dell'Assunzione della Vergine. Otto cappelle laterali ripetono l'originale alternanza di pieni e vuoti delle pareti esterne.

Posizione GPS

Come arrivare

Mercoledì, 13 Aprile 2016

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl