Chiesa di San Rocco

Costruita in seguito ad un voto espresso dagli abitanti di Riva contro la peste esplosa nel 1512, e gestita da una omonima confraternita, grazie a donazioni e lasciti la chiesa si arricchì e fra 1660 e 1701fu ampliata e ne fu commissionato un cospicuo abbellimento: la cupola e l'abside furono affrescati da Santo Miola, gli splendidi stucchi furono opera di Giacomo Eccher, autore anche dei lavori della chiesa dell'Inviolata, l'altare fu realizzato con pietre colorate provenienti dalle cave trentine di Castione alle pendici del Monte Baldo. Nella sacrestia trovarono posto una predella lignea dell'altare con una rara rappresentazione della città di Riva, una pala di Teofilo Polacco (1570 c. - 1639) dedicata al santo ed una statua lignea di particolare finezza, ora conservati nel Museo di Riva del Garda. Il perimetro della chiesa è descritto nella pavimentazione.
Durante la Prima Guerra Mondiale una bomba centrò l'edificio; si salvarono soltanto l'abside e l'altare, con danni agli stucchi e alla volta. L'intervento di ricostruzione urbanistica di Giancarlo Maroni ed i recenti restauri hanno permesso il recupero dei pregevoli stucchi e dell'arredo dell'altare.

Posizione GPS

Come arrivare

Mercoledì, 13 Aprile 2016

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl