Per le famiglie c'è il voucher culturale

Un progetto pilota della Provincia assegna un contributo ai figli minorenni delle famiglie numerose o con reddito di garanzia, per la fruizione di servizi culturali (scuole musicali, teatri e cinema) nel corso di un anno. Domande entro il 30 novembre.

Un progetto pilota della Provincia assegna un contributo ai figli minorenni delle famiglie numerose o con reddito di garanzia, per la fruizione di servizi culturali (scuole musicali, teatri e cinema) nel corso di un anno. Domande entro il 30 novembre.

La Provincia autonoma di Trento intende garantire pari opportunità di fruizione dei servizi culturali alle famiglie. Il voucher culturale è un progetto pilota che prevede l’assegnazione di un contributo a favore dei figli minorenni delle famiglie numerose e delle famiglie beneficiarie del reddito di garanzia, per la fruizione annuale di servizi culturali (scuole musicali, teatri e cinema). Per la realizzazione dell’iniziativa è resa disponibile la somma complessiva di 610.000 euro, suddivisa in pari misura nei bienni 2017-2018 e 2018-2019.

Le organizzazioni che intendono aderire al progetto “Voucher culturale” devono presentare la loro adesione al Centro servizi culturali Santa Chiara di Trento, ente gestore dell’attività, entro il 13 ottobre 2017. Le domande da parte delle famiglie per l’ottenimento del contributo devono essere presentate, ugualmente al Centro servizi culturali Santa Chiara, entro il al 30 novembre 2017 per il periodo 2017/2018, e dal primo settembre al 31 ottobre 2018 per il periodo 2018/2019.

Il contributo è assegnato in relazione alla condizione economica Icef della famiglia pari o inferiore a 0,3529. Le domande sono ammesse in ordine decrescente rispetto all'indicatore Icef e, a parità di indicatore Icef, si prende in considerazione l'ordine cronologico di presentazione. Il voucher culturale è rilasciato per ogni figlio minore, anche affidatario, e per un solo percorso prescelto in fase di domanda.Inoltre, tra i requisiti richiesti alle famiglie, vi è anche essere in possesso della Family card, che offre agevolazioni e riduzioni per beni e servizi a famiglie in cui sono presenti figli minori di 18 anni e residenti in Provincia di Trento. La Family card è rilasciata dall’Agenzia per la famiglia (https://fcard.trentinofamiglia.it).

Il voucher culturale risulta differenziato in funzione della tipologia di offerta culturale proposta:

1) scuole musicali: per la frequenza alle scuole musicali è pari al 70% della quota di iscrizione;

2) teatri e cinema: per gli ingressi e gli abbonamenti ai teatri e ai cinema, consiste in un carnet di un valore complessivo di 100 euro costituito da 25 tagliandi del valore unitario di 4 euro utilizzabili dal minore nel corso di un anno. Per quanto riguarda i teatri ed i cinema le famiglie possono ritirare il carnet presso il Centro servizi culturali Santa Chiara dal giorno successivo all’approvazione della graduatoria di merito. Ciascun carnet avrà validità dal giorno del ritiro fino al 31 maggio dell’anno successivo. All’atto dell’acquisto con voucher dovrà sempre essere esibita la Family Card associata al carnet, versando all’organizzazione la differenza tra il costo del biglietto/abbonamento e il valore dei voucher utilizzati. L’acquisto di biglietti e abbonamenti con il voucher culturale potrà avvenire esclusivamente presso le biglietterie accreditate da ciascuna organizzazione ad accettare i voucher stessi.

Per la realizzazione dell’iniziativa è resa disponibile la somma complessiva di 610 mila euro, suddivisa in pari misura per le attività svolte nel periodo 2017-2018 e nel periodo 2018-2019.

www.trentinofamiglia.it/Attualita/Archivio-2017/Novembre/Voucher-culturale-la-cultura-in-formato-famiglia

Lunedì, 13 Novembre 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl