Auditorium «Sighele»: concluso l'adeguamento sismico

Sopralluogo, lunedì 10 settembre, all’auditorium della scuola «Scipio Sighele», dove si sono conclusi puntualmente (ovvero in tempo per l’inizio dell’anno scolastico) i lavori di adeguamento sismico iniziati il 23 luglio. In via di ultimazione anche l’intervento di completa sostituzione della pavimentazione dell'attigua palestra.

Al sopralluogo, utile per definire i dettagli dei preparativi per l’inizio della scuola (che sarà mercoledì 12 settembre), hanno preso parte per l’Amministrazione comunale l’assessore ai lavori pubblici e il referente dell'Area opere pubbliche che ha seguito l'intervento, il progettista, il direttore dei lavori, un referente dell’impresa che ha eseguito i lavori, la CLB Cooperativa Lavoro Brione di Arco, e per l’Istituto comprensivo «Riva 2» il dirigente scolastico e il coordinatore della scuola «Scipio Sighele».

L’adeguamento sismico dell’edificio è stato realizzato con l'inserimento di un sistema sismo-resistente composto da due grandi setti in cemento armato connessi alla struttura portante, oltre che collegati tra loro da una soletta in cemento armato, che si notano sulle due facciate d’entrata, quella principale a sud e quella di servizio sul retro, a nord. La struttura resistente è stata realizzata in modo da costituire inoltre una tettoria di riparo dalla pioggia, come richiesto dalla scuola, e il tutto è stato abbellito con una tinteggiatura a due tonalità verde-bianco, come già fatto per la vicina palestra (i cui lavori di adeguamento sismico sono stati realizzati l’estate scorsa, contestualmente alla scuola), e sul lato principale con la realizzazione di due aiuole ai lati, dove saranno messe a dimore due piante. Sono state anche realizzate nuove fondazioni a platea, connesse con quelle esistenti. L’intervento è costato circa 150 mila euro.

Un ulteriore intervento, inizialmente non previsto, si è reso necessario perché sul lato nord si è verificato come la rete delle acque bianche smaltisse con difficoltà le acque piovane, con il rischio di accumuli d’acqua, quando non di veri e propri allagamenti. Per questo con un’apposita variante si è creato un pozzo disperdente, collegato alla rete con un tubo di troppo pieno.

In più, si stanno concludendo i lavori di manutenzione straordinaria della palestra, che consistono nella completa sostituzione della pavimentazione, ormai deteriorata (anche a causa di un atto vandalico di tre anni fa), nella tinteggiatura delle pareti e nell'ammodernamento dell'impianto di illuminazione, ora a basso consumo (quindi con un sensibile risparmio nelle spese di energia elettrica), per un costo di circa 80 mila euro.

Posizione GPS

Come arrivare

Lunedì, 10 Settembre 2018

Questionario di valutazione

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl