Hop!: in duemila al Capodanno di Riva del Garda

Hop!, il consueto appuntamento di fine anno, entrato nel calendario di tutti gli appassionati di musica elettronica, si conferma un format vincente, capace di attirare a Riva del Garda tantissimi giovani, quest'anno quasi duemila, per vivere un Capodanno di puro divertimento, ma con un occhio di riguardo alla sicurezza.

Come ogni anno, l’apertura della serata è spettata a un giovane dj locale, Angel. Dopo di lui si sono alternati sul palco Slvr (alias Alessandro Silvieri), giovane dj e produttore di Lecco, che si è esibito in un set coinvolgente e molto energico. Dopo di lui, i Mighty Fools, che da dieci anni partecipano ai più importanti festival internazionali (come Tomorrowland) e che hanno confermato l'attesa con una performance straordinaria. In chiusura Mazay (nome d’arte di Andrea Mazzantini), dj e produttore milanese componente del duo Pink is Punk, che è stato in grado di intercettare i gusti del pubblico di Hop!, chiudendo così la settima edizione della ormai consolidata festa di Capodanno rivano.

Fondamentale per la buona riuscita della festa è stato l'elemento sicurezza, cardine attorno al quale, da sempre, viene organizzato l'evento rivano. Il servizio di bus navetta per tutta la notte ha collegato Riva del Garda con Arco, Torbole e Nago, mentre alcuni pullman hanno collegato diversi centri della provincia, favorendo la massima partecipazione di giovani di tutto Trentino e di fuori regione. Molte le presenze di stranieri, che oltre a trascorrere il Capodanno a Riva del Garda hanno scelto Hop! come luogo di divertimento.

Hop! è un evento organizzato da Riva del Garda Fierecongressi con il supporto del consorzio Sia, della Cassa Rurale Alto Garda, di Garda Trentino SpA, della Comunità Alto Garda e Ledro e dei Comuni di Riva del Garda, di Arco e di Nago-Torbole.
Per maggiori informazioni: www.hoprivadelgarda.com

Fonte: Ufficio stampa di Riva del Garda Fierecongressi SpA

Lunedì, 01 Gennaio 2018

Questionario di valutazione

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl