Alessandro Tamburini: un alto esempio di senso civico

Ha restaurato una quarantina di panchine, all'Inviolata, al parco dei nonni, in varie parti della città e al parco della Rocca, gratis e per puro senso civico («per passione», puntualizza lui). Per questo l'Amministrazione comunale lo ha voluto ringraziare con una breve cerimonia ufficiale.

Alla cerimonia, che si è tenuta nella mattina di mercoledì 19 aprile (casualmente il giorno del suo compleanno) e che è stata preceduta da un sopralluogo al parco della Rocca, Alessandro Tamburini ha partecipato in compagnia della moglie, Adelinda «Tina» Trentini.

Quelle due panchine all'Inviolata, scolorite dal tempo, proprio non gli andavano giù. «Che bello sarebbe poterle sistemare», pensava, tutte le mattine passandoci davanti per andare in centro, da viale dei Tigli dove abita. Alessandro Tamburini, che in gioventù per qualche tempo ha fatto il falegname (ora è in pensione), alla fine è passato all'azione e all'inizio dello scorso autunno si è presentato al cantiere comunale, poco lontano da casa: «Vorrei ridipingere le panchine all'Inviolata, me le portate a casa?» ha chiesto. Ivano Malossini, il capomastro, passato giusto un attimo di stupore, e chiesto conferma di aver capito bene, gli ha detto che sì, si può fare, senz'altro, ci si organizza. Così, con un'accurata carteggiata e una mano di colore, le due panchine all'Inviolata sono rinate, e dopo pochi giorni già stavano nuovamente al loro posto. Ma Alessandro Tamburini, di panchine non al massimo della forma ne ha viste altre, e di nuovo è andato in cantiere, chiedendo di poterle ridipingere tutte.

«Ivano era stupito, mi ha detto che sono tantissime – racconta Alessandro Tamburini – io gli ho risposto che con la calma le avrei sistemate tutte». Le prime sono state quelle al parco dei nonni, nei pressi dell'Inviolata, poi l'insolita attività è proseguita in varie altre zone della città. Quindi una pausa per l'inverno, ma già da fine gennaio di nuovo al lavoro. Le ultime di cui si è occupato sono le 15 al parco della Rocca. L'Amministrazione comunale ha messo a disposizione tutto il materiale necessario, più un buono-acquisto per una tuta da lavoro. Ma Alessandro Tamburini, giunto in un negozio della zona e notando i prezzi a suo giudizio troppo alti (meno di 100 euro), ha rinunciato: «Figurarsi se posso spendere una cifra simile per una tuta da lavoro!» ha commentato, riportando in Comune il buono-acquisto.

«Come in tutte le città, anche a Riva del Garda ci sono persone che le panchine le danneggiano – ha detto l'assessore alla qualità urbana Massimo Accorsi – e che danneggiano cestini delle immondizie, lampioni, biciclette, e imbrattano i muri e creano danni. Ma anche tanti cittadini che davanti al più piccolo problema, subito si lamentano, magari sollevando polemiche esagerate. Le persone che invece decidono di fare qualcosa sono poche, magari solo di raccogliere una carta per terra, o anche di segnalare in Comune quello che non va, anche per mezzo del sito internet e dell'apposito strumento, il Sensor Civico. Ma quello che fanno ha un valore enorme, più ancora che nell'atto in sé, nel grande esempio che portano, e nel significato di amore per la propria città e di atteggiamento costruttivo. Quello di Alessandro Tamburini è un atto fuori dall'ordinario, davvero molto bello, che merita ammirazione e riconoscenza, e che mi piacerebbe contaminasse positivamente la città».

Ad Alessandro Tamburini l'assessore Accorsi, dopo un sopralluogo al parco della Rocca - presenti il capomastro del cantiere comunale Ivano Malossini e la responsabile dell'Unità operativa manutenzione, servizi e qualità urbana Ida Pancheri - ha consegnato, in sala Giunta al primo piano del municipio, un omaggio e un biglietto del sindaco: «Un segno di riconoscenza - scrive Adalberto Mosaner - per il tempo dedicato alla cura del bene comune e per il mantenimento della bellezza della nostra città. Il senso civico possa essere d'esempio per altri cittadini».

Ora Alessandro Tamburini ha in programma una breve vacanza a Innsbruck, ma ha già individuato alcune panchine delle quali si occuperà al ritorno.

Mercoledì, 19 Aprile 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl