L'arrivederci ai forti del monte Brione

Si conclude la stagione di aperture ed eventi nei forti del monte Brione di Riva del Garda: l'ultimo giorno per visitare forte Garda e forte Batteria di Mezzo è domenica 14 ottobre, con apertura al pubblico dalle 10 alle 17. Inoltre il Mag ha organizzato due eventi lungo il Sentiero della Pace e attraverso le fortificazioni.

Alle 14 è in programma una visita guidata verso forte Garda (ritrovo al porto San Nicolò) con la presentazione itinerante del libro curato da Nicola Fontana «Memorie in divisa. Ufficiali austro-ungarici in Trentino al tempo di Francesco Giuseppe» (Studi Trentini di Scienze Storiche, Museo Storico Italiano della Guerra, 2018). “Memorie in divisa” è un’antologia di memorie scritte da alcune delle centinaia di ufficiali dell’esercito asburgico che prestarono servizio in Trentino tra il 1867 e il 1914. Il volume raccoglie ricordi sia di ufficiali del Genio militare, impegnati nel progetto e nella costruzione di opere fortificatorie, che di ufficiali della fanteria assegnati ad alcune guarnigioni della provincia, soprattutto alle città-fortezza di Trento e di Riva del Garda. Il volume propone uno straordinario affresco del Trentino e della sua gente a cavallo del secolo, tra ardite escursioni alpinistiche, avventure amorose, manifestazioni di fedeltà alla monarchia e il confronto con l’irredentismo crescente.

Giunti al forte, verso le 15.30 l'artista Hannes Egger presenterà la sua performance «Terra» (nella foto). Il concetto di base del project è di natura storica: Egger l'ha pensato nel 2014, in occasione della commemorazione dello scoppio della Prima guerra mondiale. Il progetto ha una durata di quattro anni, l’arco di tempo in cui la Grande Guerra ha imperversato in Europa. Sul monte Brione l'artista darà vita a una performance culinaria incentrata sul tema del viaggio come ricerca-recupero del passato, delle memorie e, infine, come ritorno al presente. «Terra» vuole essere uno spunto di riflessione sulla crudeltà della guerra, focalizzando l’attenzione sul triste destino di innumerevoli soldati caduti in Galizia tra il 1914 e il 1917. La Galizia, territorio oggi diviso tra la Polonia e l’Ucraina, apparteneva allora all’Impero austro-ungarico ed è tristemente ricordata come uno dei più estesi campi di battaglia della Prima guerra mondiale, dove centinaia di migliaia di soldati persero la vita.

www.museoaltogarda.it

Posizione GPS

Come arrivare

Giovedì, 11 Ottobre 2018

Questionario di valutazione

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl