La XIV Settimana d’azione contro il razzismo

Il Comune di Riva del Garda aderisce alla XIV Settimana d’azione contro il razzismo con il progetto Culture InMigrazione, una serie di iniziative che dal 20 al 25 marzo vuole favorire un contesto sociale e culturale in grado di prevenire fenomeni di discriminazione e intolleranza e promuovere una società più accogliente.

Si tratta di azioni diverse e tra loro interconnesse: un laboratorio di fumetti, una mostra interattiva, un cineforum, uno spettacolo musicale, un seminario, la presentazione di un libro, un torneo di calcio e un aperitivo multietnico. La Settimana d’azione contro il razzismo, promossa da Unar (l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), ha l’obiettivo di favorire luoghi e opportunità di socializzazione e di riflessione per coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica sui valori del dialogo interculturale e della ricchezza derivante da una società multietnica, aperta e inclusiva. Partner sono il Comune di Riva del Garda, la biblioteca civica di Riva del Garda, il Centro per la cooperazione internazionale, il Centro informativo per l’immigrazione della Provincia autonoma di Trento Cinformi, il Centro per le scienze religiose della Fondazione Bruno Kessler, la Scuola musicale Alto Garda, la cooperativa Arcobaleno, le associazione Rinia, Mavi, Amicizia Ebraico Cristiana dell’Alto Garda, l'Apsp Casa Mia, il Gruppo iniziative Varone e l'associazione La Speranza.

IL PROGRAMMA

Martedì 20 marzo

Stranieravamo
Laboratorio di fumetto per bambini da 6 a 11 anni dì età
Biblioteca civica, piazza Giuseppe Garibaldi 5, dalle 16.30 alle 18.30
I giovani partecipanti avranno la possibilità di imparare alcune tecniche fumettistiche di base e di realizzare un breve fumetto. Le storie create affronteranno il tema della diversità nelle nostre società e saranno uno stimolo di riflessione per i partecipanti e per la cittadinanza grazie alla mostra istantanea allestita durante il laboratorio. Il laboratorio sarà condotto da Marco Tabilio, fumettista, autore di «Marco Polo. La via della seta», insieme ai ragazzi del Centro aperto Punto X dell’Apsp Casa Mia e del Centro educativo interculturale della cooperativa Ephedra. La partecipazione è libera e gratuita.

Conoscere per sconfinare
Mostra interattiva, inaugurazione
Biblioteca civica, piazza Giuseppe Garibaldi 5, ore 18.30
Saranno presentati i progetti che hanno dato origine alle varie parti della mostra e recitate alcune letture antirazziste dal Gruppo di narratori Bandus. Con aperitivo multietnico.
La mostra propone un percorso per imparare a conoscere e confrontarsi con la pluralità e le differenze che caratterizzano le società contemporanee, attraverso foto, video, fumetti, disegni, poster e oggetti. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 24 marzo, da mercoledì a venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.30, sabato dalle 9 alle 12.30, con ingresso libero.

Mercoledì 21 marzo

Nelle nostre mani: l’accoglienza diffusa dei richiedenti asilo a Riva del Garda. Narrare e cantare esperienze di incontro
Biblioteca civica, piazza Giuseppe Garibaldi 5, ore 20.30
Attraverso la testimonianza di chi ha accolto e chi è stato accolto, l’incontro si propone di raccontare esperienze positive e di promuovere la ricerca di alloggi da destinare al progetto trentino di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale. La parte musicale sarà animata dalla Scuola musicale Alto Garda

Venerdì 23 marzo

Cittadini del nulla
Centro sociale del Pernone, via Chiesa Vecchia 17, Varone, ore 21
Proiezione del film di Razi Mohebi (Italia, 2015, durata 53 minuti), in cui una rifugiata politica afghana è appena giunta in Italia, dove cerca accoglienza e protezione, ma si scontra con una realtà quotidiana che la emargina e la fa sentire fuori posto. La condizione di alienazione si riflette nei nonluoghi scelti per l’ambientazione. Documenti e passaporti hanno un valore ambivalente, passepartout verso la libertà e strumenti di controllo. Sarà presente alla proiezione il regista Razi Mohebi.

Sabato 24 marzo

Il folle sogno di Neve Shalom Wahat Al-Salam
Biblioteca civica, piazza Giuseppe Garibaldi 5, ore 10.30
Presentazione del libro a cura di Brunetto Salvarani, Edizioni Terra Santa, 2017: un libro a più voci dedicato alla figura di Bruno Hussar e alla storia e attualità del suo sogno: il Villaggio della Pace. Un incontro per promuovere una riflessione sulle sfide del riconoscimento e del dialogo tra religioni. Intervengono Raffaello Zini, tra gli autori del libro; Valeria Fabretti e Sara Hejazi, ricercatrici del Centro per le scienze religiose di FBK, e Massimiliana Covati, presidente dell’associazione Ebraico Cristiana dell’Alto Garda. Sarà attivo il laboratorio Storylab per bambini (età da 3 a 11 anni) in concomitanza con la presentazione del libro. Con paeritivo multietnico.

Domenica 25 marzo

Torneo di calcio contro ogni forma di razzismo
Campo da calcio Varonese, via Chiesa Vecchia, Varone, ore 13
Le associazioni del territorio organizzano un torneo di calcio dove si confrontano squadre multiculturali per un momento di sport per tutti coloro che avessero voglia di stare e giocare insieme in un momento di condivisione e incontro. Al termine del torneo sarà offerta la merenda per i componenti delle squadre e gli accompagnatori, grazie al gruppo cucina del Gruppo iniziative Varone. La premiazione delle squadre avverrà alle ore 19, dopo il concerto musicale della Scuola musicale Alto Garda.

Culture e religioni dal mondo. Esposizione di oggetti
Centro sociale del Pernone, via Chiesa Vecchia 17, Varone, ore 15.30
Puoi amare solo ciò che conosci, puoi conoscere solo se vuoi amare: parole, profumi, giochi e cibi per incontrare l’Altro.

Radici. Musiche, voci e memorie dal mondo
Centro sociale del Pernone, via Chiesa Vecchia 17, Varone, ore 16.30
Con la partecipazione di una rappresentanza internazionale di allievi e docenti della Scuola musicale Alto Garda. Attraverso un percorso di ricerca di repertori e di letture originali, gli allievi di origine straniera e i docenti della Smag si esibiranno nel recupero di tradizioni, memorie, storie personali di immigrazioni, pezzi di cultura e testimonianze artistiche del proprio luogo di provenienza, con l’intento di rendere le arti e la musica strumenti di reciproca conoscenza e di avvicinamento tra culture diverse. Con aperitivo e festa multiculturale.

Contatti

Marina Tomasi, Comune di Riva del Garda
0464 573908
tomasimarina@comune.rivadelgarda.tn.it

Elisa Rapetti, Centro per la cooperazione internazionale
0461 093022
elisa.rapetti@tcic.eu

Martedì, 06 Marzo 2018

Questionario di valutazione

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl