La commemorazione dei Caduti

L'Amministrazione comunale ha celebrato come tradizione l'anniversario della fine della Prima guerra mondiale e la Giornata dell'Unità nazionale e delle Forze armate con una solenne cerimonia a ricordo dei propri Caduti e dei Caduti di tutte le guerre, che si è svolta domenica 5 novembre, in una giornata di pioggia.

Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Adalberto Mosaner, la Giunta municipale e una rappresentanza del Consiglio comunale, delle istituzioni e delle forze dell'ordine, nonché delle associazioni combattentistiche e d'arma.

L'inizio è stato alle ore 10 al pilone della Vittoria in piazza Tre Novembre con l'alzabandiera, quindi la Messa in memoria dei Caduti nella chiesa Arcipretale.

A seguire si è svolto il corteo con il gonfalone del Comune e la Fanfara alpina di Riva del Garda, che da piazza Cavour si è recato al monumento a Cesare Battisti, per la deposizione della corona d'alloro.

Qui la pioggia si è fatta battente e alla «tappa» successiva, il monumento ai Caduti del mare, si è recata solo una delegazione ristretta per la deposizione della corona, mentre il resto del corteo si recava in piazzetta San Rocco.

Qui, all'Ara dei Caduti, si sono svolte la deposizione della corona di alloro e, al riparo sotto i vicini portici del municipio, l'allocuzione del sindaco.

A seguire, delegazioni hanno deposto corone d'alloro ai monumenti ai Caduti a Sant'Alessandro, a Varone, al cimitero del Grez, alla stele al parco della Libertà, al cippo di Alois Storch, al cippo alpino alla chiesetta di San Michele, al cippo della Medaglia d'Oro Bruno Galas e al Cristo Silente.

Foto: Fotocolor Biatel, Riva del Garda

Lunedì, 06 Novembre 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl