La salut l'è tut

Per la 22ª rassegna amatoriale «Ottobre a teatro», l'associazione teatrale Dolomiti di San Lorenzo propone sabato 14 ottobre sul palco della sala della Comunità in via Rosmini a Riva del Garda la commedia dialettale di Gabriele Bernardi «La salut l'è tut», per la regia di Bruno Vanzo. Inizio alle ore 20.45.

La vicenda si svolge nella stanza di un ospedale pubblico, i protagonisti sono una contessa un po’ snob, un finto malato e un ironico paziente celibe, tutti in attesa di essere operati. Dato il timore per l’intervento, la contessa decide di tramandare le sue memorie tramite un notaio, ma alle sue spalle, tra amori proibiti ed eredità ambite, verrà ordito un elaborato e scapestrato piano per salvare capra, cavoli e... la salute di tutti.

In scena Miriam Aldrighetti (Miranda, la baronessa), Martino Klein (Carlo, marito di Miranda), Ida Orlandi (suor Fulgenzia, la caporeparto), Chiara Sansoni (Elisa, l'infermiera), Giacomo Folori (Ettore, il paziente celibe), Alfredo Sansoni (Antonio, il paziente), Dina Rigotti (Franca, moglie di Antonio), Luca Mengon (dottor Ferrazzi, il primario) e Giorgio Zappacosta (il notaio). Luci e audio di Sandro Rigotti, Fabio Rigotti e Alessandro Ranica; trucco e costumi di Antonella Buso e Luigina Orlandi; coordinamento di scena di Lorenza Giuliani; scenografia di Antonio Rigotti e Franco Bosetti.

Associazione teatrale Dolomiti
L’associazione teatrale Dolomiti di San Lorenzo in Banale è nata nel 1980 per opera di un gruppetto di amici appassionati di teatro amatoriale con il desiderio di stare insieme, divertire e far ridere. Inizia così a proporsi al pubblico con farse e piccole commedie scritte da persone del posto, nonché leggende popolari. Con il passere degli anni la scelta cambia e si propone con testi scritti da apprezzati autori trentini. La linea teatrale perseguita da “Filodolomiti” (com'è amichevolmente chiamata) rimane a tutt’oggi la commedia dialettale trentina che fa ridere, pensare e riflettere. Con quest’ottica e grazie anche all’aiuto di capaci registi, quali Bruno Vanzo, Loredana Cont e Piergiorgio Lunelli, negli ultimi anni la compagnia è riuscita a presentare numerose commedie sul palcoscenico dei teatri trentini (“Domando la casa Itea”, “L’eredità della pora Sunta”, “Paolo meti la vesta”, “Te sei 'n'om, “La fabbrica dei soldi”, “Meio tardi che mai”, “L’usel del marescial”, “Refugium peccatorum”, “Gemellaggio con la ciuiga”, “Meti ‘na suocera en casa”, “Sal e pever”, “Villa Artemisia”). Questo ha fatto sì che il pubblico apprezzi in modo significativo la volontà e capacità degli attori e di tutti coloro che compongono la compagnia.

Ottobre a teatro
La rassegna, organizzata dal circolo culturale «Zanelli» in collaborazione con la compagnia «I Sarcaioli», il patrocinio del Comune di Riva del Garda, della Comunità di Valle Alto Garda e Ledro e di Cofas (Compagnie Filodrammatiche Associate), nonché il contributo della Cassa Rurale Alto Garda, si distingue da sempre per il notevole sèguito: tutti gli spettacoli, infatti, registrano immancabilmente il tutto esaurito, con biglietti venduti in largo anticipo sulla data di svolgimento. Un successo legato alla particolare scelta di valorizzare le più interessanti proposte del ricco patrimonio trentino di teatro amatoriale, oltre che all’impegno degli organizzatori e di tutto il circolo culturale «Zanelli» nel selezionare ogni anno gli spettacoli di maggiore interesse. Una scelta che inoltre vuole contribuire a tenere vivo il dialetto trentino. Invariato anche quest'anno il costo sia del biglietto d'ingresso (7 euro), sia dell'abbonamento alle sei serate (35 euro).

Prevendita dei biglietti
all’entrata del teatro un’ora prima della recita

Informazioni
telefono 0464 520108 (Fiorella)

Foto da Facebook: https://www.facebook.com/associazionedolomiti/

Giovedì, 12 Ottobre 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl