La situazione della viabilità

Continua l’abbondante nevicata che ha investito tutto il territorio provinciale. Al momento (ore 17) nella parte meridionale del Trentino la quota neve si è alzata fino a circa 1.300/1.600 metri slm, mentre a nord nevica anche a bassa quota. Le strade principali sono transitabili senza particolari difficoltà.

Tuttavia si raccomanda di viaggiare con prudenza con pneumatici antineve o catene montate (soprattutto per raggiungere località in quota), per possibili tratti con aderenza ridotta o con formazione di ghiaccio.

Ecco nel dettaglio la situazione delle strade alle ore 17:

ALTA VALSUGANA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo la SS 47 della Valsugana. Lo spessore della neve caduta nel fondovalle è compresa tra i 10  e i 15 cm. In quota: Altopiano di Pinè, Panarotta, alta Val dei Mocheni,  Altopiano di Lavarone e Luserna, lo spessore della neve è di circa 20/25 cm. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

TRENTO, MONTE BONDONE, PAGANELLA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo le principali arterie, quali la SS 12 del Brennero, la SS 45 bis Gardesana e la SP 90 Destra Adige. La neve caduta è inferiore ai 10 cm nel fondovalle, mentre si aggira sui 30-40 cm nell’Altopiano della Paganella e 45-50 cm nel Monte Bondone in loc. Vason – Viote. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

VALLAGARINA E ALTOPIANO DI FOLGARIA
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo le principali arterie, quali la SS 12 del Brennero, la SS 240 Loppio – Val di Ledro e la SP 90 Destra Adige. In Vallagarina ora sta piovendo fino a circa 1400 m, la neve caduta nel corso della mattinata fino al primo pomeriggio nel fondovalle è inferiore ai 10 cm. In quota nelle seguenti località: Folgaria – Passo Coe – Passo Sommo; Brentonico – San Valentino - Monte Baldo - Alta Vallarsa - Pian delle Fugazze sono caduti circa 20-25 cm di neve. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

VALLI DI NON E DI SOLE
Nevica intensamente su tutto il territorio delle valli di Non e Sole. Nella zona di Passo Tonale gli accumuli hanno raggiunto i 60 cm, 50 cm a P. Campo Carlo Magno e 30 cm in bassa Val di Sole. In Val di Non lo spessore della neve è compreso tra i 20 ed i 40 cm salendo dal fondo valle verso l’alta Anaunia. Sono sempre attivi i punti di controllo a Campodenno (lungo la SS 43 in direzione nord, verso Cles) ed a Presson (in comune di  Dimaro Folgarida, lungo la SS 42 per filtrare i veicoli diretti verso l’alta Val di Sole e la zona di Madonna di Campiglio. Si raccomanda di procedere a velocità moderata su tutte le strade di entrambe le valli per possibili tratti ghiacciati e con attrezzatura invernale montata. Lungo le strade più in quota sono entrate in funzione anche le frese per il completamento della pulizia della neve ai lati della carreggiata. Permane il divieto di transito per autotreni ed autoarticolati sul tratto della SS 42 tra Fucine e Passo Tonale. Non si registrano problemi di rilievo per la circolazione delle autovetture; qualche difficoltà viene segnalata per la circolazione degli autoarticolati lungo la SP 73 Destra Anaunia nel tratto da Denno a Cunevo.

GIUDICARIE E VAL RENDENA
Piove in Valle del Chiese a sud di Lardaro e nella zona di Ponte Arche; nevica nelle Giudicarie Esteriori al di sopra dei 700 m e in tutta la val Rendena. Gli accumuli hanno raggiunto i 20-25 cm a Tione e circa 50 cm a Madonna di Campiglio. Lungo la SS 237 da Roncone a Tione e per tutta la SS 239 da Tione a Passo Campo Carlo Magno è richiesta l’attrezzatura invernale montata. Sono ancora attivi i punto di controllo lungo la SS 239 a Carisolo, in salita verso Madonna di Campiglio; lungo la SS 237 a Tione in loc. Basso Arnò, verso la SS 239 ed a Roncone sud verso Tione. Non si registrano particolari problemi per la viabilità.

ALTO GARDA, VALLI DI LEDRO E DI GRESTA
Nella zona dell’Alto Garda, in val di Ledro e val di Gresta, piove fino a circa 1.400 metri di altitudine; nevica nella zona del M. Bondone, a monte di Lagolo ed a Tremalzo (alta valle di Ledro). Già a partire dal primo pomeriggio è stato ripiegato il punto di controllo di Riva del Garda in località Baltera, attivo durante il mattino per filtrare i veicoli diretti verso la val di Ledro. Gli accumuli di neve variano dai 20 cm di Passo Ballino, Val di Ledro e valle di Cavedine ai 25 cm sui passi della Val di Gresta, fino a circa 40 cm in località Viote di Monte Bondone. Non si registrano problemi per la viabilità. Si raccomanda di viaggiare con prudenza per possibili tratti ghiacciati e sui tratti stradali più in quota della SP 85 del Monte Bondone, dove sono entrate in azione anche le frese per il completamento della pulizia della neve ai lati della carreggiata.

BASSA VALSUGANA E PRIMIERO
Si raccomanda di procedere a velocità moderata lungo la SS 47 della Valsugana. Lo spessore della neve caduta in valle è dell’ordine di 10 cm mentre in quota Passo Broccon, Passo Rolle di 25/30 cm. Attualmente non si registrano significativi problemi alla viabilità.

VALLI DI FIEMME E DI FASSA
Si evidenzia la chiusura della SS 641 del Passo Fedaia, al km 11,500 (loc. Diga) fino al km 14,200 al confine provinciale, per pericolo valanghe. Al momento non sono segnalati problemi di rilievo per la viabilità. Sono caduti mediamente 20 cm di neve in Val di Cembra, in Val di Fiemme e Fassa. In quota, in prossimità dei passi dolomitici, si registrano circa 25/30 cm di neve fresca.

Fonte: Ufficio stampa della Provincia di Trento

Venerdì, 01 Febbraio 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl