Mio fratello rincorre i dinosauri

La Stagione di prosa 2017/2018 dei Comuni di Riva del Garda, Arco e Nago-Torbole propone sabato 13 gennaio al teatro di Nago lo spettacolo di Christian Di Domenico e Carlo Turati «Mio fratello rincorre i dinosauri», in scena Christian Di Domenico per la compagnia Arditodesìo e la regia di Andrea Brunello. Inizio alle 21.

«Mi capita spesso – scrive Christian Di Domenico – di soffermarmi a guardare persone, uomini, donne, bambini, affette da varie malattie oppure diversamente abili, per cercare di capire il loro approccio alla vita, dalle azioni semplici, quotidiane, all’incontro con gli altri; che tipo di relazioni hanno, quali passioni o desideri; come vedono se stessi, quale consapevolezza hanno della loro condizione. E poi, all’improvviso, mi accorgo che tutte queste domande dovrei rivolgerle a me stesso. A quel punto la faccenda si fa interessante e problematica allo stesso tempo. Sono disposto a riconoscere le mie mancanze, le mie lacune, le mie disabilità? Quanti amici ho e che relazioni ho con loro? Sono sincere, vive? Con quale metro di giudizio sono pronto a criticare o semplicemente valutare le vite degli altri? Per quale motivo riesco a vedere solo i loro difetti, ciò che a loro manca e non i loro pregi, le loro virtù? Poi succede di imbatterti in un video che qualche bullo adolescente ha voluto spedire su internet per vantarsi degli atti di crudeltà nei confronti di qualche malcapitato ragazzino disabile, handicappato, con sindrome di Down o semplicemente più debole e incapace di difendersi e ti chiedi: perché? Oppure di leggere su un giornale che negli ultimi quattro mesi, nel reparto di neonatologia di un ospedale di Bari, dove vivo, sono nati una bambina e un bambino con la sindrome di Down e in entrambi i casi i loro genitori hanno deciso di abbandonarli, mentre altre persone, successivamente, hanno scelto di adottarli. Perché?».

«Ho letto il libro di Giacomo Mazzariol “Mio fratello rincorre i dinosauri” – dice Di Domenico – e ho conosciuto lui e la sua splendida famiglia. La loro storia mi ha illuminato e mi è venuta voglia di raccontarla a modo mio. Così ho deciso di cominciare un nuovo cammino che mi aiuti a rieducare il mio sguardo disabile, affinché riesca finalmente a vedere tutta la bellezza e l’amore che ogni essere vivente è in grado di ricevere e di dare. Senza pregiudizi e senza aspettative. Vedere e scegliere di amare».

Arditodesìo
La compagnia nasce nel 2002 con il nome Teatro di Bambs, cambiandolo poi in Arditodesìo nel 2008. Il nome racconta il “desiderio ardito” di creare e fare teatro mantenendo la massima integrità artistica. Il drammaturgo e attore Andrea Brunello è direttore artistico della compagnia che ha sede presso il teatro Portland di Trento. La compagnia ha come elemento fondante il concetto che il teatro debba rappresentare una realtà “aumentata”, dove nel tempo di uno spettacolo si possano attraversare idee, emozioni, esperienze anche diversissime tra loro. Crediamo in un teatro specchio della nostra realtà. Per noi il teatro dovrebbe avere anche un aspetto “pedagogico” dove il pubblico acquisisce meraviglia, stupore, curiosità. La conoscenza viene dopo. Arditodesìo elabora un percorso di nuova drammaturgia, teatro che racconta la contemporaneità, teatro civile e di narrazione. Teatro civile per noi non riguarda solo temi di pura cronaca e attualità, ma la stimolazione del pensiero critico attraverso le grandi idee, le grandi storie e una sana ironia che si possono raccogliere sotto una sola parola: “cultura”, civile di per sé. Fra le produzioni della compagnia: “Sloi Machine” (spettacolo vincitore del IX Festival di Resistenza, Premio Museo Cervi 2010), “Storie di Uomini. Un anno sull'Altipiano” (2011), “Libero nel Paese della Resistenza” (2013) (menzione Speciale ad Andrea Brunello al XIII Festival di Resistenza, Premio Museo Cervi Teatro per la Memoria 2014). Dal 2012 la compagnia ha intrapreso un percorso di narrazione della scienza nella sua interazione con l'essere umano, il lato umano della scienza. Il progetto, in coordinamento con il Laboratorio di comunicazione delle scienze fisiche dell'Università degli studi di Trento, si chiama Jet Propulsion Theatre.

La Stagione di prosa è organizzata dai Comuni di Riva del Garda, Arco e Nago-Torbole con la collaborazione del Coordinamento teatrale trentino (per il teatro), del Centro servizi culturali Santa Chiara (per la danza) e dell'associazione Luha-ArtSurvivalKit (rassegna «Cantiere Teatro»).

Ingressi
Spettacoli di Nago-Torbole
Settore unico
Intero 7 euro (In Cooperazione 6,5 euro)

Prevendita dei biglietti d’ingresso ai singoli spettacoli
I biglietti sono disponibili agli sportelli delle Casse Rurali del Trentino fino al giorno dello spettacolo negli orari di apertura, e online sul sito wev www.primiallaprima.it fino alle ore 19 del giorno dello spettacolo. Servizio gratuito.

Vendita dei biglietti d’ingresso ai singoli spettacoli
Nella sede di svolgimento, la sera stessa dello spettacolo, a partire dalle ore 20 (limitatamente ai biglietti non distribuiti in prevendita). Ogni persona potrà acquistare fino a un massimo di otto biglietti. Il biglietto è cedibile esclusivamente a parità di condizioni. Non si accettano prenotazioni telefoniche.

Riduzioni
Giovani fino a 26 anni, persone oltre i 65 anni, abbonati ad altre stagioni 2017-2018 del Circuito Teatrale Trentino, esclusivamente previa presentazione dell’altro abbonamento.

Ai soci possessori di Carta “In Cooperazione” è riservato uno sconto del 10% su biglietti e sugli abbonamenti di tutti gli spettacoli dei Comuni di Riva del Garda e Nago-Torbole.

La riduzione viene effettuata unicamente dietro presentazione della tessera; ogni tessera dà diritto allo sconto per due persone (intestatario della carta e un familiare inteso come coniuge o figlio).

Agevolazioni Family (solo per Riva del Garda): ingresso gratuito per il minore di 18 anni accompagnato da un adulto (fino a due minori per ogni adulto). L’agevolazione è fruibile esclusivamente rivolgendosi alla biglietteria del Palazzo dei Congressi la sera dello spettacolo, per ritirare il biglietto gratuito per il minore e acquistare contestualmente il biglietto per l’adulto accompagnatore. Nel caso in cui l’accompagnatore sia già in possesso di abbonamento o biglietto acquistato in altra sede, non si garantisce la vicinanza di posto con il minore. L’agevolazione è fruibile fino a esaurimento dei posti.

È vietato l’ingresso in sala a spettacolo iniziato.

Informazioni

• Comune di Riva del Garda, Attività culturali, sport e turismo
tel. 0464 573916
fax 0464 573900
email cst@comune.rivadelgarda.tn.it
web www.comune.rivadelgarda.tn.it

• Biglietteria del Palazzo dei Congressi, Riva del Garda
tel. 0464 570319 (numero attivo solo la sera dello spettacolo, a partire dalle ore 19.30)

• Comune di Nago-Torbole, biblioteca
tel. 0464 505181
fax 0464 505625
email nago@biblio.infotn.it

Informazioni sul teatro e sul cinema in Trentino nel sito internet www.trentinospettacoli.it

Informazioni su questo spettacolo: www.arditodesio.org

Fotografie di MoniQue

Posizione GPS

Come arrivare

Lunedì, 08 Gennaio 2018

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl