Oltre le parole, lì ti aspetterò

«Oltre le parole, lì ti aspetterò» è il titolo della Settimana dell'Alzheimer, che si tiene a Riva del Garda da venerdì 15 a venerdì 22 settembre. Una testimonianza, una rappresentazione teatrale e un dialogo autentico sono gli ingredienti delle iniziative promosse dall'Azienda pubblica di servizi alla persona «Città di Riva».

Oltre le parole, i concetti e i ragionamenti si trova un mondo colorato e ricco. È la realtà di chi soffre del morbo di Alzheimer, fatta di forti difficoltà e grandi emozioni. Questo è l'aspetto che più fra tutti quest'anno verrà raccontato nel corso del mese di settembre nei giorni che precedono e seguono la giornata mondiale dell'Alzheimer, che si celebra il 21 settembre.

In Trentino le persone ammalate di Alzheimer sono 7.000, 600 quelle che ogni anno si ammalano. L'Apsp «Città di Riva» nel 2012 ha attivato un Centro di ascolto per l'Alzheimer, che nel 2016 ha avuto una cinquantina di contatti. Si tratta di un servizio che fornisce un primo supporto di disponibilità gratuita per l'anziano e la sua famiglia, al quale rivolgersi per un colloquio orientativo, importante perché la demenza ha un impatto molto pesante sulla famiglia. Il Centro, che è gratuito, si trova a casa Mielli in via Ardaro, è aperto ogni lunedì dalle 16 alle 18 e promuove attività di sensibilizzazione, in rete con il Comune di Riva del Garda, la Comunità di Valle e l'Azienda sanitaria. La Settimana dell'Alzheimer vuole sensibilizzare la comunità su questo problema.

La Settimana dell'Alzheimer inizia venerdì 15 settembre alle 20.30 alla sala ex biblioteca in via Damiano Chiesa con «Storie in valigia: mia mamma, io, l'Alzheimer e il validation», una serata in compagnia della blogger Elisa Sambuchi, alla cui madre è stato diagnosticata la malattia nel 2015. Martedì 19 settembre dalle 9 alle 18 in piazza Cavour e all'Apsp Città di Riva «Un ciclamino per non dimenticare», con le volontarie Aima e Avulls. Ci sarà poi lo Sportello, aperto dalle 9 alle 17 a casa Mielli mercoledì 20 settembre con lo psicologo Alessio Pichler, e giovedì con l'educatrice professionale Sara Dellaidotti (prenotazioni: 0464 553436). Venerdì 22 settembre alle 20.30 a Palazzo dei Congressi, sala 300, la compagnia «Scena verticale» proporrà l'opera teatrale «Il vangelo secondo Antonio» di Dario De Luca (ingresso libero).

Maggiori informazioni e programma dettagliato: http://www.csarivadelgarda.it/

Mercoledì, 13 Settembre 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl