Settecento alpino

Il concerto «Settecento alpino» eseguito dall'ensemble Arco Antiqua diretta da Giudo Trebo, solisti Graziana Palazzo (soprano) e Chiara Minali (continuista al cembalo), chiude domenica 8 ottobre la terza edizione il festival di musica antica Garda Trentino Early Music Weeks. Nella chiesa di San Sisinio a Dro con inizio alle 20.45.

Come sempre, prima del concerto ci sarà una breve visita guidata all'edificio storico, dopo il concerto un percorso culturale enogastronomico (a cura della guesthouse Da Gianni in collaborazione con l'azienda agricola Maso Giare). Ingresso libero.

Per la prima volta saranno eseguiti, con criteri storicamente informati e utilizzando strumenti originali dell'epoca o copie, il mottetto «Rei Timoris» per archi, corni e basso continuo e la «Sinfonia II per corni e archi» (nella ricostruzione di Clemente Lunelli) di Giovanni Battista Runcher (1714 - 1791), compositore originario della val Badia che lavorò a Venezia negli anni immediatamente successivi alla morte di Vivaldi, poi nominato maestro di cappella del Duomo di Trento.

Il felice, recente restauro della chiesa di Dro, gioiello dell'arte sacra dedicato ai Santi Martiri anauniensi, sarà festeggiato nella serata conclusiva del festival. La dedicazione a Sisinio, Martirio e Alessandro, martiri originari della Cappadocia che vennero inviati dal vescovo di Milano Ambrogio a evangelizzare la val di Non, ha suggerito un programma tutto trentino, in particolare dedicato alle pubblicazioni della Stamperia Cipriani di Rovereto.

La chiesa di San Sisinio, situata nella piazza principale di Dro, accanto alla parrocchiale ottocentesca, presenta conservata soltanto l’abside, sulla facciata della quale si trovano due formelle paleocristiane. Assai bello l’antico portale che rivela l’importanza dell’edificio ricordato già nel Duecento. Recentemente restaurata e riaperta al culto.

Ensemble Arco Antiqua
L’ensemble vocale e strumentale “Arco Antiqua”, nato nel 2014, si occupa di esecuzioni musicali storicamente informate. Il gruppo è composto da brillanti giovani musicisti, provenienti da tutta Europa, che si sono specializzati in musica antica presso le più importanti accademie europee come la Schola Cantorum Basiliensis, la Musikhochschule di Trossingen, i dipartimenti di musica antica del Conservatorio di Vicenza e del Conservatorio di Venezia. I componenti dell’ensemble hanno alle spalle diverse incisioni discografiche (per etichette importanti come Bongiovanni, Bottega Discantica e Tactus), registrazioni radiofoniche e televisive.

Graziana Palazzo
Nata a Ceglie Messapica (Br), studia presso il conservatorio “N. Piccini” di Bari diplomandosi con lode 2010 e nel 2015 si specializza in “musica vocale da camera”, indirizzo barocco, presso il Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella. Si aggiudica il secondo premio nel “6° Concorso Musicale Internazionale – Terra degli Imperiali” 2014 per la sezione canto lirico. Vince nel 2011 il “9° concorso internazionale di esecuzione musicale e composizione ‘Valeria Martina’ ” aggiudicandosi il titolo di 1° premio per la sezione di canto, e il primo premio assoluto dell’edizione. In seguito al diploma, la sua formazione continua prendendo parte a diversi corsi di perfezionamento tra i quali si citano: 2016: Arezzo School and Festival: “I sing Baroque” with Sonia Prina; 2015: “ Masterclass in canto barocco” con il M° Sonia Prina; 2014: “Accademia del Bel canto “Rodolfo Celletti”, con la docenza dei maestri: S. Bonfadelli, Lella Cuberli, J. Deschamps, A. Greco, S. Lowe, R. Mameli, N. Lagousakos, F. Luisi, P. Pittaluga, E. Papadia, A. Patalini, S. Prina, V. Rana, C. Santoro, V. Terranova. 2013: prende parte alla formazione giovanile “Welsh National Youth Opera” a Cardiff (Galles); partecipa alla “Masterclass di canto lirico” con il M° Lucrezia Messa, esibendosi durante il concerto finale e ottenendo, per essersi distinta, un attestato di merito; Frequenta il 1° stage LTL Opera studio presso il teatro del Giglio (Lucca) approfondendo lo studio di “Le contes d’Hoffmann” – J. Offenbach – con, tra gli altri, il M° G. Condette, M. Lippi, A. Paloscia 2012: “Accademia del bel canto “Rodolfo Celletti”, con la docenza dei maestri: M. Devia, S. Lowe S. Bonfadelli, R. Mameli, S. Prina, P. Coni, A. Greco, F. Ceresa, A. Patalini, V. Terranova, V. De Vivo. Frequenta il “III Masterclass di perfezionamento” con il M° Bruna Baglioni. 2011: Master Class con Mirella Freni, (in qualità di uditore); Corso di “alto perfezionamento per l’opera lirica”, presso il “ateneo internazionale della lirica” con la docenza di June Anderson. Ha studiato, inoltre, repertorio e tecnica col M° L. Messa. Fra le partecipazioni ad allestimenti d’opera ed esibizioni in concerti, si citano (in ordine cronologico): 2016: partecipa come Megacle ne “L’Olimpiade” su libretto di Metastasio e musiche di vari autori nella programmazione “Arezzo Festival”. 2015: partecipa come solista e in duo, nel concerto “Gennaro Manna e Alessandro Scarlatti – due generazioni a confronto” con l’associazione “ScarlattiLab” presso il Teatro di Corte di Palazzo Reale (Napoli), sotto la direzione del M° A. Florio. Prende parte in “Génération Baroque” (Strasbourg) come “Livia” ne “L’italiana in Londra” (D. Cimarosa) con la direzione del M° M. Gester e la regia di C. Harmuch. Con repliche presso “Salle des fête” a Barr (Fr), Auditorium de la Cité de la musique et de la danse de Strasbourg (Fr), Burgerhaüs, Endingen (Germania), “Théâtre Jacques Huisman” a Spa (Belgio). Partecipa con il gruppo “Ensemble armoniosa”, alla rassegna “Armonie barocche”, esibendosi in duo e come solista nel repertorio barocco da camera, nel chiostro di S. Francesco a Sorrento; Nel “41° Festival della Valle D’Itria” è “Fortuna” ne “L’Incoronazione di Poppea” di C. Monteverdi; diretto dal M° A. Greco, con la regia di G. Aliverta. All’interno della stessa rassegna, si esibisce come solista in concerti di “Novecento e oltre” su musiche di C. Debussy e E. Satie, ma anche in “Concerti del sorbetto” affrontando repertorio barocco da camera su musiche di G. Carissimi e N. Porpora; È “Carlo” ne “Li ziti n’galera” (L. Vinci) presso il “Conservatorio di musica S.Pietro a Majella” nel cast con P. De Vittorio e sotto la direzione del M° A. Florio. Tiene numerosi concerti solistici e in duo. In particolare si menzionano quelli con la “Orchestra del Settecento” sotto la direzione del M° G. Semeraro e le varie edizioni susseguitesi negli anni, del “Galà della Lirica” presso il teatro comunale di C. Messapica. 2014: Partecipazione al “40° Festival della Valle d’Itria”, esibendosi ne: L’opera in forma di concerto “Il diluvio di Noè” di B. Britten, su traduzione del libretto di A. Macchia, interpretando il ruolo di Ham; “La festa del Festival”, un omaggio ai quarant’anni del festival, su progetto e regia di N. Lagousakos; “canta la notte” concerti su musiche di Dowland e Kapsberger; “concerti del sorbetto - Sogni, deliri e disinganni. Cantando Shakespeare” su arie tratte dall’opera “Midsummer night’s dream” di Britten. Nel 2013 entra a far parte della compagnia giovanile presso il teatro nazionale del Galles “Welsh National Opera” in Gran Bretagna, mettendo in scena nell’agosto 2013 l’opera “Paul Bunyan” (B. Britten) presso il medesimo teatro. Si esibisce, nello stesso anno, in un concerto su musiche di Mozart e Aprile, all’interno del “XXXIX Festival della Valle d’Itria”. Prende parte, inoltre, a diversi concerti solistici e in ensemble. 2012: partecipa al “XXXVIII Festival della valle d’Itria” con il ruolo di “una giovane ammalata” nella prima assoluta dell’opera “Nur” di M. Taralli, diretta dal M° J. Bernacer, con la regia di R. Recchia e nella stessa rassegna, nel ruolo di “prima Grazia” nella riscrittura di D. Terranova de “l’Orfeo” di L. Rossi, diretta dal M° C. Goldstein e con la regia di F. Ceresa. In ambito del festival esegue concerti di repertorio sacro e barocco curato e diretto dal M° A. Greco. Esegue a Tallin (Estonia), con il cast del Festival della valle d’Itria, in forma di concerto, “l’Orfeo” nell’ambito di “Tallin Chamber Music Festival 2012”, diretto dal M° E. Papadia. Prende parte al concerto “Notturno rosso”, allestito all’interno dell’accademia “Rodolfo Celletti”, con la regia di F. Ceresa e la partecipazione di D. Colaianni. Parallelamente agli studi musicali, si laurea presso la “Facoltà di Medicina e Chirurgia di Bari” in Educazione professionale con il massimo dei voti nel 2011 e consegue, inoltre, un master post laurea in “arti terapie” presso la “Università degli studi Roma Tre” nel 2013.

Guido Trebo
Diplomato in canto presso il Conservatorio F.A. Bonporti di Riva del Garda si è poi laureato col massimo dei voti in Canto Rinascimentale e Barocco presso il Conservatorio di Vicenza. Finalista e premiato in vari concorsi lirici come l'"Anselmo Colzani" di Budrio, il "Lauri Volpi" di Latina e l'"Adolfo Tirindelli" di Conegliano decide di dedicarsi all'interpretazione del repertorio barocco. Trebo ha cantato e recitato, interpretando ruoli principali, nei più prestigiosi teatri italiani come l'Ariston di San Remo, il Bagaglino e il Teatro Olimpico di Roma, il Teatro di Verdura di Palermo, il Teatro Nuovo e il Teatro San Babila di Milano, il Donizetti di Bergamo, il Coccia di Novara, il Teatro Sociale di Trento ecc.. Diretto da importanti direttori d'orchestra come P. Borgonovo e C. Hogwood. Ha inciso per Bongiovanni, Anima, Velut Luna e Rainbow Classic. Ha partecipato a trasmissioni radiofoniche per la Radio Vaticana e per la WNYC di New York. Nel 2014 fonda e dirige l'Ensemble Arco Antiqua, gruppo di strumentisti specializzati in esecuzioni storicamente informate, affrontando il repertorio dal Cinquecento alla seconda metà del Settecento.

Chiara Minali
Chiara Minali ha compiuto gli studi musicali presso il conservatorio “Dall’Abaco” di Verona. Nel 2002 si diploma brillantemente in Organo e Composizione organistica nella classe del m. A. Corti. Nello stesso anno vince il premio, riservato ai migliori diplomati , istituito dall’Accademia Filarmonica di Verona. Si iscrive poi nella classe di clavicembalo, dove si diploma nel 2005 con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del m. S.Vartolo. Nel 2010 consegue la laurea di secondo livello cum laude in clavicembalo al Conservatorio “Bonporti” nella classe del m. A.Bugatti . Ha seguito corsi di perfezionamento tenuti da Radulescu per l’organo e da Murray ,Bellotti ,Baumont , Astronio, Bonizzoni e Baroni per il clavicembalo. E’ stata continuista del corso di musica antica di Brunico nel 2005 e del corso di violino tenuto dal m. E. Onofri nel febbraio del 2009 a Villa Lagarina (Tn), organizzato dal complesso “Corelli”. Sempre con il complesso “Corelli” è stata in tournee nel 2006 a Dortmund e nel 2009 a Berlino. Nel settembre 2009 si è classificata terza al concorso clavicembalistico di Terzo ( Al). Nel 2010 ha collaborato con l’ensemble vocale “Compagnia virtuosa” di Pescara, alla realizzazione dell’opera “Dido and Aeneas” di Purcell. Ha inoltre collaborato con il conservatorio “Monteverdi” di Bolzano in qualità di cembalista accompagnatrice . Nel 2013 e nel 2014 è stata continuista del corso di canto barocco tenuto da Lia Serafini in provincia di Verona. Svolge intensa attività in qualità sia di solista che di continuista, collaborando con varie formazioni strumentali e corali. È stata organista titolare dell’organo Trice della Chiesa di San Giorgio in Braida (Vr) dal 1998 al 2007 e della Chiesa del Redentore di Verona dal 2007 al 2013. Attualmente ricopre l’incarico di organista ausiliaria presso la Cattedrale di Verona. E’docente di Organo presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra della stessa città.

Garda Trentino Early Music Weeks
Dopo il successo delle edizioni di debutto torna dal 28 settembre all'8 ottobre con la terza edizione il festival dedicato ai giovani early music performers e alla musica antica, proposta per lo più con strumenti antichi originali o copie fedeli e nelle prassi esecutive dell'epoca, in alcuni dei luoghi più importanti e belli del territorio altogardesano e ledrense, coniugando musica, arte e cultura enogastronomica. Garda Trentino Early Music Weeks propone più di quaranta esecutori provenienti da tutto il mondo (oltre all'Italia, Austria, Germania, Francia, Regno Unito, Giappone, Australia, Brasile) per concerti (della durata di circa 45 minuti) ricchi di brio e passione, pensati per coinvolgere il grande pubblico.
Per meglio apprezzare i capolavori dell’arte religiosa scelti per ospitare i concerti, ogni evento è introdotto da uno storico dell’arte che offrirà al pubblico una piccola visita guidata, mentre i migliori chef della zona presenteranno, al termine di ogni concerto, percorsi gastronomici volti alla scoperta delle eccellenze alimentari del nostro territorio, che a loro volta si porranno in dialogo con il concerto e con le location degli eventi. Ogni concerto inizia alle ore 20.45 e l’ingresso è sempre gratuito.
Il festival, a cura dell'associazione Arco Antiqua, è realizzato con il contributo di: Regione autonoma Trentino Alto Adige, Provincia autonoma di Trento, Comunità Alto Garda e Ledro, Comuni di Arco, Dro, Ledro, Nago-Torbole, Riva del Garda, Tenno; Garda Trentino SpA; Valle di Ledro; Bacino Imbrifero Montano, Associazione Albergatori e Imprese Turistiche della Provincia di Trento; Parrocchie di Dro, Torbole, Tenno, Bezzecca, Santa Maria Assunta di Riva del Garda; Casa degli Artisti; Pro Loco di Bezzecca; MC Spazio Arte; associazione Passione Cucina; Maso Giare; hotel garni Villa Magnolia; guesthouse Da Gianni.
Direttore artistico: Guido Trebo
Comitato scientifico: Donatella Melini, Giancarla Tognoni, Ludovico Mosena, Francesco Rocco Rossi

Foto dal sito web http://www.arcoantiqua.it/index.htm

Posizione GPS

Come arrivare

Venerdì, 06 Ottobre 2017

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl