Trent’anni di Riva del Garda Fierecongressi

Una storia fatta di esperienza e capacità di evolvere, una grande realtà che ha saputo crescere e rinnovarsi mantenendo la propria identità. Mercoledì 5 dicembre Riva del Garda Fierecongressi -la società rivana che gestisce il polo fieristico e congressuale del Trentino- festeggia il trentesimo anniversario della fondazione.

Il 5 dicembre del 1988 a Riva del Garda quattro soci si riunirono per costituire una società atta ad organizzare, per via diretta o tramite enti terzi, eventi congressuali e fieristici, a favore del sostegno e della promozione dell’economia del territorio. Quel giorno Sergio Matuella (per conto della Società Atesina SpA), Giuseppe Degara (a nome della Alberghi Atesini SpA), Giovanni Bort (rappresentante dell’Unione del Commercio, Turismo e Attività di servizio della Provincia autonoma di Trento») e Carlo Modena (commissario straordinario dell’Azienda autonoma di soggiorno di Riva del Garda») fondarono l’attuale Riva del Garda Fierecongressi SpA, che il prossimo mercoledì compirà 30 anni.

Un traguardo importante, per la società oggi presieduta da Roberto Pellegrini e diretta da Giovanni Laezza, che a partire da quel neonato connubio pubblico-privato è diventata nel tempo colonna portante per il sistema turistico ed economico territoriale, rendendo il polo fieristico-congressuale gardesano rappresentativo di tutto il Trentino, unico nel suo genere a livello nazionale e grande attrattore di eventi internazionali. Una ricorrenza che invita a compiere un tuffo nel passato, mediante una retrospettiva storica utile a delineare le linee strategiche che guideranno la società in futuro. Tali spunti non mancheranno nel corso del prossimo anno, che sarà scandito da diversi momenti dedicati alla celebrazione dell’anniversario, valorizzato anche attraverso la revisione grafica del logo istituzionale che marcherà tutte le iniziative e le attività del 2019.

«La celebrazione dell'anniversario della società -commenta il presidente Roberto Pellegrini- è un momento che porta a riflettere non solo sulla propria storia professionale e personale per fare un bilancio sul percorso compiuto, ma è soprattutto uno stimolo per guardare avanti con fiducia e per progettare al meglio il futuro. In 30 anni il settore fieristico e congressuale italiano e internazionale è cambiato radicalmente; Riva del Garda Fierecongressi Spa insieme ad esso, sapendo cogliere le sfide e continuando ad aggiornarsi per essere all’avanguardia in un contesto sempre più competitivo. Questa ricorrenza rappresenta quindi l’occasione ideale per esprimere la gioia e la soddisfazione di un traguardo raggiunto con successo, ma anche la consapevolezza di dover rinnovare l'impegno».

I festeggiamenti entreranno nel vivo in particolare la prossima primavera, con un evento ufficiale durante il quale sarà rievocato il passato e saranno presentati gli obiettivi strategici d’indirizzo per i prossimi dieci anni. Intanto, lo staff di Fierecongressi si riunirà in occasione della «Christmas Dinner», appuntamento tradizionale aziendale che quest’anno acquisisce un significato particolare, invitando tutti i dipendenti e le persone a loro più vicine il 17 dicembre al Centro Congressi in una splendida sala Garda vestita a festa.

«L’evento di Natale -spiega il direttore generale Giovanni Laezza- si trasformerà anche in un’occasione per festeggiare i significativi traguardi raggiunti assieme alle persone che con il loro impegno quotidianamente contribuiscono alla crescita della società, condividendone finalità e obiettivi. Celebrarne la storia significa in primo luogo ricordare e rivolgere un ringraziamento a coloro che si sono avvicendati all’interno di essa, con l’intenzione di lasciare per ora da parte i numeri e mettere al centro le persone che vi lavorano».

Lo staff di Fierecongressi oggi è costituito da oltre quaranta persone. Non mancano dipendenti “storici” come Silvino Santoni, andato recentemente in pensione dopo una carriera lunga 41 anni nella realtà rivana, Gianni Simonelli, che lo staff ha salutato proprio in questi giorni per il raggiungimento della pensione, e Alberta Santorum, la quale come i suoi due colleghi ha vissuto e contribuito all’evoluzione della società fin dagli esordi. Ricordano la sinergia di un piccolo gruppo iniziale costituito da una manciata di dipendenti e di come questo si sia poi sviluppato, parallelamente all’espandersi degli spazi espositivi. Citano i nomi dei sette presidenti che si sono succeduti alla guida della società: Carlo Modena (nominato il 5 dicembre 1988), Bruno Santi (dal 5 maggio 1992), Lorenzo Lorenzi (dal 14 luglio 1994), Giovanni Zontini (dal 24 giugno 1995), Alberto Bertolini (dal 28 marzo 2003), Mauro Mafler (dal 23 marzo 2004) e l’attuale presidente Roberto Pellegrini (dall’11 maggio 2007).

La storia di Riva del Garda Fierecongressi attraverso alcuni momenti salienti

Per raccontare la nascita della società si compie un passo indietro ben oltre il trentennio, perché l’esperienza professionale di Riva del Garda Fierecongressi SpA prende il via ancor prima della sottoscrizione dell’atto costitutivo. Torniamo al 1972, quando l’allora azienda di promozione turistica fece erigere il Palazzo dei Congressi per ospitarvi eventi congressuali, subito seguiti dal primo embrione di Expo Riva Schuh. La fiera internazionale dedicata alla calzatura, oggi “core” della società, andò per la prima volta in scena nel 1974. Siamo alla fine degli anni Settanta quando si aggiunge Expo Riva Hotel, un’altra manifestazione organizzata direttamente della società cresciuta negli anni in maniera esponenziale. Successivamente, nel 1988, nasce la società denominata inizialmente Palacongressi Srl (divenuta nel 2002 SpA), che porterà nel gennaio 1996 alla realizzazione del quartiere fieristico, a pochi chilometri dal centro città in zona artigianale. Avviene già nel 1989 la costruzione del Palameeting, avviata nell’ambito di un appuntamento tanto atteso quanto seguito in quel periodo: la Vela d’Oro, kermesse musicale che portò a Riva del Garda nomi di spicco del mondo della musica e dello spettacolo, da De Gregori a Gianni Morandi, da Tina Turner a Renato Zero, da Donatella Rettore a Raffaella Carrà, fino a Pippo Baudo. Una manifestazione di una tale ricchezza che nel giro di poche settimane generò un efficace restyling della tensostruttura che la ospitava, che fu alzata e trasformata nell’attuale Palameeting.

A cavallo del nuovo millennio si aggiunge un’altra tappa significativa, quando il volto del Palazzo dei Congressi muta completamente e si trova pronto ad ospitare nel 2003 un meeting di rilievo quale quello del Consiglio dei ministri degli esteri europei. Nel 2005 cambia la ragione sociale in Riva del Garda Fierecongressi SpA per dare il meritato risalto a entrambe le attività di riferimento, ovvero la realizzazione di manifestazioni fieristiche e l’organizzazione di congressi sul lago, supportate entrambe dal punto di vista ricettivo dall’agenzia di incoming Rivatour. Risale al 2006 la nascita di Expo Riva Caccia Pesca Ambiente, che va ad affiancarsi ad altre manifestazioni ormai più che consolidate. Nel frattempo il successo di Expo Riva Schuh consente di esportare questo format, per tre anni dal 2008 a Dubai e dal 2011 in India. Parallelamente, in ambito congressuale, si arriva a raggiungere la media odierna dei 70-80 eventi all’anno, complice l’incremento dei convegni ospitati di carattere medico-scientifico. Nel 2017 i riflettori sono puntati sul Palavela, la nuova struttura moderna ed eco-friendly inaugurata nel mese di giugno. Anche il 2018 rappresenta un anno significativo nel percorso della società che, a seguito del recente accordo di programma siglato lo scorso ottobre con l’ente pubblico, si appresta a scendere nuovamente in campo nella partita di riqualificazione del quartiere fieristico della Baltera.

Fonte: Riva del Garda Fierecongressi SpA, https://rivadelgardafierecongressi.it/it

Posizione GPS

Come arrivare

Lunedì, 03 Dicembre 2018

Questionario di valutazione

© 2018 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl