Ferdinand

Lunedì 8 luglio la rassegna Cinema Comune propone il film d'animazione «Ferdinand» (Usa, 2017, durata 108 minuti), diretto da Carlos Saldanha e basato sul libro «La storia del toro Ferdinando» di Munro Leaf del 1936. La proiezione si tiene nel cortile della scuola di rione Degasperi con inizio alle ore 21.

Ferdinando è un magnifico toro che adora i fiori e odia combattere. È cresciuto in un allevamento di tori da corrida mas è l'unico degli ospiti a non morire dalla voglia di andare a morire nell'arena, forse perché ha visto suo padre partire e non tornare più, e qualcosa gli suggerisce che non siano sempre i tori a trionfare contro il matador. Da torellino dunque è fuggito ed è stato accolto da Nina, una bambina il cui padre alleva fiori: è il paradiso per Ferdinand, ma quando diventerà adulto un equivoco lo riporterà sulla strada della competizione. Riuscirà il gigante buono ad affermare la propria natura pacifica?

Cinema Comune
Un cineforum che è una sfida: contribuire a ravvivare i rapporti tra le persone e combattere la paura e l’indifferenza con la frequentazione e la conoscenza. Nato l'anno scorso, «Cinema Comune» nei lunedì di luglio propone cinque pellicole, ma soprattutto un modo diverso di stare insieme. Le proiezioni, infatti, si fanno nel cortile della scuola, uno dei luoghi di maggiore socialità e integrazione, e i film sono tutti di animazione, con biglietto che costa 2 euro per gli adulti e un euro per i bambini, e sedie «di casa» a carico del pubblico. L'inizio è sempre alle ore 21. E dalle 19 pin-nic in allegria aspettando il film.

L’iniziativa è di Luogo Comune, lo spazio al rione Degasperi (in via Marchi, in una delle nuove palazzine Itea) sorto dal progetto «La città invisibile», innovativo strumento di welfare a chilometri zero che si rivolge in modo prevalente all'area delle nuove vulnerabilità, ovvero di un universo ampio di persone che non hanno bisogni specifici, se non quello, sempre più emergente, di relazioni sociali strutturate e della valorizzazione delle competenze professionali, di fronte all'acuirsi di fenomeni come impoverimento, diffidenza reciproca, chiusura privatistica, depressione, indebitamento. Il progetto, che ha vinto il bando «Welfare a km 0» di Caritro, è finanziato per il 47% da Caritro stessa, insieme a Provincia autonoma di Trento e Consiglio delle Autonomie Locali. È un progetto «autogenerativo», che provvede cioè a reperire il restante 53% del finanziamento sul territorio e dall’azione del volontariato. Capofila è la cooperativa Arcobaleno insieme ad altre tredici realtà del territorio: Comune di Riva del Garda, Comunità Alto Garda e Ledro, cooperative Ephedra e Eliodoro, associazione Carpe Diem, CBS srl, Gruppo Dialogo - Missionari Verbiti, associazione Vivirione, Pro loco Rione Degasperi, Apsp Città di Riva e Casa Mia, Istituto tecnico Giacomo Floriani, Collettivo PMU (Pick Me Up).

Posizione GPS

Come arrivare

Sabato, 06 Luglio 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl