Il Consiglio comunale dei ragazzi

Si è ripetuta nella mattina di venerdì 10 maggio l'apprezzata esperienza di una «vera» seduta di Consiglio comunale svolta per intero dagli alunni delle quinte «A» e «B» della scuola primaria «Amelia Zadra» del Rione Degasperi, presieduta dal «vero» presidente del Consiglio comunale.

La seduta ha concluso, come tradizione, il progetto «Consiglio comunale delle classi quinte» della scuola dell'Istituto comprensivo «Riva 2», la cui quarta edizione ha coinvolto una quarantina di alunni in un percorso di conoscenza e sperimentazione del ruolo di amministratore pubblico e del funzionamento della macchina amministrativa comunale. Percorso che l’Ufficio di presidenza del Comune ha sostenuto con orgoglio, in virtù dell’alto valore civico dell’iniziativa, che ha permesso ai ragazzi di vedere da vicino la sede comunale e il lavoro degli uffici, nel cordo di una visita guidata effettuata la stessa mattina del 10 maggio, oltre che di sperimentare personalmente l’iter di elezione del sindaco, di formazione della Giunta municipale e di trattazione di un argomento in Consiglio comunale, seguendo fedelmente la procedura prevista, esattamente come nel «vero» Consiglio comunale.

Il percorso di educazione civica è iniziato con la presentazione in classe della composizione e del funzionamento generale del Consiglio e dei passaggi necessari per l'elezione del sindaco e dei consiglieri comunali, oltre che della composizione della Giunta municipale, a cura dello stesso presidente del Consiglio. Nel corso di altri due incontri si è svolto il percorso che ha portato ciascuna delle due classi quinte a eleggere il proprio sindaco, a comporre la Giunta e i due schieramenti di maggioranza e minoranza. I ragazzi interessati alla candidatura sono stati invitati a preparare un breve programma, e quello risultato eletto ha poi dato lo spunto per l’argomento che infine è stato oggetto di discussione nella seduta di Consiglio.

Risultato: nella «A» è stata eletta sindaca Anna Brenner, nella «B» il sindaco è Adem Aliu. I ragazzi hanno anche scelto le proposte oggetto delle delibere: per la «A» «Migliormento viabilità e sicurezza stradale: incrocio vie Zandonai, Maso Belli, Monte Brione, rimozione impianto semaforico e realizzazione rotatoria; passaggio pedonale via Abondio, viale dei Tigli, sistemazione e incremento sicurezza». Le motivazioni: «Il sindaco con la Giunta comunale ritengono necessari alcuni interventi per mettere in sicurezza alcuni punti della città. I motivi di queste scelte nascono da una particolare attenzione ai pedoni ed allo scorrimento dei veicoli. Per questo si propone la collocazione di una rotatoria in sostituzione del semaforo all’incrocio tra le vie Zandonai – Monte Brione e Maso Belli; questo darà migliore scorrimento delle macchine e, considerato che a Riva del Garda ci sono molti turisti, anche i pullman viaggeranno meglio e sceglieranno la nostra città come meta turistica. Altra proposta è quella di sistemare l’attraversamento di via Abondio, quello più vicino alla rotatoria di viale dei Tigli. Ci sono state alcune persone investite causa la scarsa visibilità provocata dalla barriera acustica. Si pensa di installare un dosso artificiale per rallentare la marcia dei veicoli. Si ritiene, con queste proposte, di offrire ai nostri cittadini maggiore sicurezza e una viabilità migliore».

La «B» ha proposto e trattato la delibera «Pista ciclabile viale Trento, tratto rione Degasperi incrocio via Modl: messa in sicurezza. Qualità urbana: miglioramento della pulizia e abbellimento del tessuto urbano. Incrocio via Pederzolli – via San Nazzaro: messa in sicurezza attraversamento pedonale», così motivata: «Il sindaco con la Giunta comunale ritengono di adottare tutte le scelte utili per aumentare la qualità ambientale e la sicurezza della nostra città. Tra le varie proposte che riteniamo utili al raggiungimento di questo obbiettivo ci sono: quella legata alla sistemazione del tratto di pista ciclabile compreso tra la via Modl e il Rione Degasperi. Questo intervento potrebbe prevedere anche l’utilizzo di spazi privati qualora sia utile per l’allargamento della pista ciclabile.

quella relativa alla messa in sicurezza del passaggio pedonale all’incrocio tra via Pederzolli e San Nazzaro il miglioramento della qualità cittadina con nuove piante, aiuole e incentivando il mantenimento della pulizia da parte dei cittadini. Il tratto ciclabile tra la via Modl e il Rione Degasperi verrebbe allargato e diviso dalla strada con l’installazione di aiuola o con un cordolo che garantisca la sicurezza dei pedoni e delle biciclette; all’attraversamento pedonale all’incrocio di San Nazzaro viene prevista l’installazione di dossi artificiali, in entrambe le direzioni di percorrenza dei veicoli, oltre a un isolotto spartitraffico per garantire maggiore sicurezza nell’attraversamento dei pedoni. Il miglioramento della qualità urbana si concretizza con l’incremento di piante, fiori e fontane sul territorio comunale oltre ad una campagna per il mantenimento della pulizia – con specifico riferimento alla raccolta di escrementi animali».

L'esito del voto: per la «A» (presenti, oltre alla sindaca Anna Brenner e al presidente del Consiglio, Riana Allustaj, Mahdi Abdul, Ayoub Ben Rhouma, Moi Betta, Matteo Bonora, Jacopo Calzà, Elizabeth Costa, Lorenzo D’allura, Federico Franceschi, Ryan Korani, Iman Mahili, Flavia Mora, Aurora Perini, Vittoria Peron, Alen Pidic, Pietro Tomaselli e Davide Vastola) la delibera è «passata» con i voti favorevoli di 16 dei 17 consiglieri presenti e un voto contrario. Per la «B» (presenti, oltre al sindaco Adem Aliu e al presidente del Consiglio, Edoardo Angelini, Cristian Chiriac, Sofia Cinquefiori, Victoria Demurtas, Asia Guri, Nicolò Leonardi, Lidia Lever Dalvit, Manuel Messina, Nicole Miori, Joel Omezzolli, Junes Pambuku, Gheorghe Pojoga, Alessandro Povoli, Fatima Semmah, Daniele Tolotti e Arianna Tonelli) i voti favorevoli sono stati 11 e quelli contrari 6, su 17 presenti.

La seduta di Consiglio è stata preceduta dalle indicazioni preliminari sul funzionamento dei microfoni e dell'impianto di amplificazione e registrazione. Dopo la discussione in Aula, che il presidente ha trovato corretta e vivace, le votazioni. Prima ancora, i ragazzi – accompagnati dagli insegnati, hanno fatto visita al municipio, in particolare hanno visto la sala conferenze e matrimoni e lo Sportello ai cittadini al piano terra, e al primo piano la sala Giunta, l’ufficio del sindaco e gli uffici delibere e anagrafe.

Il presidente del Consiglio comunale ha fatto sapere che i ragazzi hanno dimostrato un notevole interesse e hanno dimostrato di aver compreso perfettamente l’importanza dell’esperienza, prendendola sul serio e facendo con impegno la propria parte. L'augurio è che ne conservino un bel ricordo, che magari tornerà loro alla mente quando, tra qualche anno, per la prima volta eserciteranno il diritto-dovere del voto.

Mercoledì, 15 Maggio 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl