Per non mandare in fumo la relazione educativa

«Per non mandare in fumo la relazione educativa - Adulti a confronto sul consumo di sostanze negli adolescenti» è il titolo dell’incontro tenuto dal «Gruppo Abele» martedì 8 ottobre al Centro giovani intercomunale Cantiere 26 ad Arco. Inizio alle ore 20.30.

«Gruppo Abele»  è una onlus nata per rimuovere tutto ciò che crea emarginazione, diseguaglianza e smarrimento all’interno del progetto «Educativa di Strada». Il consumo di derivati psicoattivi della canapa è da sempre un tema di discussione e scontro fra posizioni diverse, e, anche per questo, costituisce fonte di preoccupazione - se non di ansia - per gli insegnanti, per i genitori, per gli educatori, chiamati a dare risposte costruttive sulla questione. Da qui la necessità di organizzare alcuni incontri sul tema, che mirano ad approfondire la conoscenza del consumo di derivati psicoattivi della canapa tra gli adolescenti, e intendono fornire strumenti per articolare meglio la relazione di chi, in ambito educativo, familiare e sul territorio, affianca i ragazzi e le ragazze nella loro crescita.

Alla serata dell’8 ottobre ne seguirà una seconda il 30 ottobre, all’interno del progetto complessivo di prevenzione della tossicodipendenza, attivato dalla Comunità Alto Garda e Ledro, Servizio attività socio assistenziali su supporto della Provincia autonoma di Trento, e co-progettato in rete con l’Apss Servizio Dipendenze, le scuole del territorio, le cooperative sociali Ephedra (ente capofila), Arcobaleno ed Eliodoro, Apsp Casa Mia, Gruppo Abele di Torino Onlus e avvallato da tutti i Comuni della comunità. 

«L’Educativa di Strada» ha avviato l’attività nel Comune di Arco lunedì 10 giugno e proseguirà fino al 10 dicembre 2019. Si tratta di un’attività rivolta a gruppi spontanei di adolescenti e giovani nei loro luoghi naturali di ritrovo, finalizzata a costruire una relazione significativa tra i componenti del gruppo e gli educatori, basata sull’ascolto, con lo scopo di far emergere idee, rafforzare i fattori protettivi, ridurre quelli di rischio ed aumentare autonomia, capacità riflessive e critiche.  

All'interno del progetto sono previste inoltre iniziative di formazione-informazione gestite dal Gruppo Abele di Torino con la presenza degli educatori di strada. In dicembre è in programma un momento di restituzione degli esiti complessivi del progetto alla Provincia, all’Apss, ai Comuni e a tutta la rete locale dei partecipanti, con l’auspicio che la Provincia possa valutare di sostenere la prosecuzione dell’intervento di educativa di strada da proseguire almeno ancora per un anno nei Comuni di Riva del Arco e da attivare anche negli altri Comuni della Comunità, di più piccole dimensioni, che non hanno ancora potuto beneficiarne; tali interventi di prevenzione necessitano di tempi più lunghi dell’anno per avere efficacia ed essere significativi. 

Incontri: 

- martedì 8 ottobre: incontro formativo aperto agli insegnanti responsabili progetto benessere dalle ore 14.30 alle ore 18.30 nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo di Arco

- martedì 8 ottobre ore 20.30 incontro pubblico “Per non mandare in fumo la relazione educativa. Adulti a confronto sul consumo di sostanze negli adolescenti” aperto ai genitori, operatori,  amministratori e cittadini tutti nella sede del Cantiere 26 ad Arco, per il quale sono stati anche  richiesti i crediti formativi all’Ordine per le Assistenti Sociali;

- mercoledì 9 ottobre dalle ore 9 alle ore 13 formazione  “Per non mandare in fumo la relazione educativa. Adulti a confronto sul consumo di sostanze negli adolescenti” rivolto ad Assistenti Sociali, educatori, operatori sanitari nella sala cinema della Comunità di Valle a Riva del Garda. 

Educativa di strada: https://www.altogardaeledro.tn.it/La-comunita/Comunicazione/Ufficio-Stampa/Educativa-di-strada-l-innovativo-progetto-della-Comunita-sulle-dipendenze

Fonte: Comunità di Valle Alto Garda e Ledro

 

 

Posizione GPS

Come arrivare

Lunedì, 07 Ottobre 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl