Presentate le fermate di viale dei Tigli sbarrierate

Nel primo pomeriggio di giovedì 7 novembre è stato presentato alla Marcia delle Carrozzine Onlus il progetto preliminare di sbarrieramento delle quattro fermate del trasporto pubblico di viale dei Tigli, di servizio all’Azienda sanitaria e alla Comunità di Valle.

A illustrare il progetto sono stati l’assessore ai lavori pubblici e mobilità Alessio Zanoni e il tecnico dell’Area opere pubbliche Daniele Amoroso. Il progetto è uno di quelli che la scorsa estate erano stati anticipati all'associazione quando, nell’ambito di una iniziativa di sensibilizzazione, fu ricevuta in municipio. Ora, a progetto preliminare appena condiviso dalla Giunta municipale (nell’ultima seduta, martedì scorso), la presentazione al presidente Augusto Tamburini, affiancato da Marilena Pederzolli e Alvaro Tavernini.

L’intervento interessa quattro fermate degli autobus di linea in viale dei Tigli, due in direzione nord e due in direzione sud, e prevede l’eliminazione degli ostacoli fisici che sono fonte di disagio, in particolare, per chi ha una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea, rispetto all’accesso agli autobus. Questo avverrà mediante la formazione di un’area rialzata lunga quattro metri che consenta il corretto accostamento della carrozzina al pianale dei bus e che contemporaneamente mantenga libero uno spazio adeguato per il passaggio di pedoni e biciclette. L’area rialzata sarà raccordata al marciapiede con rampe di pendenza limitata, così da rendere agevole il transito delle carrozzine. Le fermate saranno lievemente spostate rispetto alle attuali, per la necessità di reperire le condizioni e lo spazio necessari, di evitare interferenze e di ottenere soluzioni le più sicure possibili.

«È da parecchi anni che nell’Alto Garda i bus sono sbarrierati -ha spiegato l’assessore Alessio Zanoni- grazie a una pedana mobile per le sedie a rotelle. Da circa cinque anni sono entrati in servizio i nuovi bus Euro 5, che hanno il pianale ribassato, il che rende più agevole l’utilizzo della pedana mobile. Quindi chi ha un impedimento motorio può già oggi spostarsi liberamente senza dover dover prenotare il bus adatto, come succedeva in passato e come purtroppo ancora succede per il trasporto extraurbano, per il quale non possiamo intervenire perché non è di competenza dei Comuni. Oltre al bus, però, serve anche la fermata sbarrierata: a Riva del Garda è da anni che ci stiamo lavorando, in modo più sistematico dal 2014. Abbiamo iniziato dalle zone dove si può supporre siano più utili, dando inoltre risposta a tutte le segnalazioni dei singoli utenti che ne hanno bisogno per i propri spostamenti. Oggi Trentino Trasporti conferma che Riva del Garda è ampiamente il Comune dell’Alto Garda con il più alto numero di fermate sbarrierate. Le ultime realizzate sono quelle in via Brione, in viale Dante, all’Albola e in via Rovigo a Sant’Alessandro. In tutto sono una trentina, corrispondenti a più della metà, il che consente a chi ne ha bisogno comunque di spostarsi, perché se non è sbarrierata la fermata interessata lo è quella vicina. Ma il lavoro procede: il progetto delle quattro nuove fermate in viale dei Tigli è importanti perché sono a servizio degli ambulatori dell’Azienda sanitaria e degli uffici della Comunità di Valle. La nostra volontà è di appaltare i lavori entro l’anno, così da iniziare dopo lo stop invernale degli asfalti e concludere entro la primavera. Per quanto riguarda Marcia delle Carrozzine, intendiamo coinvolgerli sistematicamente e confrontarci con loro sui prossimi progetti, anche per ottenere suggerimenti e contributi utili a migliorare o integrare nel miglior modo possibile questo tipo di interventi.»

«Quando la volontà dell'Amministrazione pubblica si pone in ascolto dei bisogni reali dei cittadini -ha detto il presidente Augusto Tamburini a nome del direttivo dell’associazione- ancora più urgenti e necessari se aggravati da qualche forma o condizione di grave disabilità, con i quali si trovano a dovere fare i conti spesso molte famiglie, allora si arriva a un salto di qualità importante. La cittadinanza nel suo insieme si sente a questo punto più unita e partecipe alle possibili scelte amministrative, che vanno nella giusta direzione di lavorare per dare concrete risposte e offrire un aiuto a quelle fasce di popolazione che altrimenti rimarrebbero più scoperte e inascoltate riguardo ai servizi essenziali, che fanno vivere e prosperare una comunità. Prendiamo atto dell’ascolto e degli importanti passi che l’Amministrazione comunale di Riva del Garda sta compiendo per dare, a quanti la vivono, una città più vivibile attraverso l’apprestamento e l’adattamento di un certo numero di fermate per i mezzi di trasporto pubblico accessibili alle persone che si spostano in carrozzina.»

Posizione GPS

Come arrivare

Venerdì, 08 Novembre 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl