Tango!

Nell'ambito del festival «Radici» la Scuola Musicale Alto Garda propone domenica 19 maggio nel salone delle feste del Casinò municipale di Arco «Tango: quando l’emigrazione crea musica, danza e poesia», spettacolo inedito che intreccia la narrazione storica a musica e ballo. Ore 11, ingresso libero.

Uno spettacolo in cui la musica da Carlos Gardel a Astor Piazzolla, il ballo e le narrazioni storiche si fondono con la musica e il ballo per raccontare l’evoluzione e l’essenza di questa indefinibile alchimia. Con i ballerini Graziano Paissan, Carol Paissan, Mihaita Alexandru e gli allievi della Academia de Tango e la musica di Massimo Turrin (violino), Stefano Menato (clarinetto), Roberto Grassi (pianforte) e Flavio Zanon (contrabbasso), special guest Maria Fernanda Barbaresco, e la voce narrante di Ludovico Tavernini.

Dalla fine dell’Ottocento milioni di emigranti italiani raggiunsero l’America del Sud e nel delta del Rio de la Plata contribuirono a dare vita a una forma d’arte oggi patrimonio dell’umanità: il tango, ballo nato dall’esigenza di comunicare tra persone di diverse culture, lingue e tradizioni, che per decenni fu poco considerato dalla buona società ma nonostante pregiudizi e le resistenze riuscì a trasformarsi in un elemento costitutivo della identità di intere nazioni.

L’evento è realizzato dalla Scuola Musicale Alto Garda in collaborazione con Academia de Tango all’interno del festival Radici 2019, una rassegna che intende valorizzare la bellezza che ogni cultura porta con sé, e ha l’ambizione di mettere in connessione arte, storie, tradizioni, saperi di provenienza diversa e repertori musicali, per riacquistare conoscenze utili alla migliore comprensione reciproca, a una convivenza non più passiva ma basata sul costruire relazioni di valore e di arricchimento.

Posizione GPS

Come arrivare

Martedì, 14 Maggio 2019

Questionario di valutazione

© 2019 Comune di Riva del Garda powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl